Francia - 2 Goonies in Viaggio

15 agosto 2018 in Esperienze

Sì, recentemente sono diventata, insieme al mio ragazzo, l’orgogliosa proprietaria di un vero T3 VW. Dopo che ne avevamo noleggiato uno nel fine settimana più freddo di febbraio, non c'è stato più modo di tornare indietro: anche noi volevamo un furgone come quello. Da quando lo abbiamo preso, siamo riusciti a fare brevi viaggi in Olanda, ma poche settimane fa abbiamo fatto il nostro primo lungo viaggio in Francia. In questo articolo potrai scoprire tutto sulle nostre avventure, insieme ad alcuni consigli utili.

Puoi trovare per intero il nostro percorso in camper in Francia nel mio Polarsteps, disponibile però solo in olandese. Il percorso qui a volte sembra un pò strano perché non avevo sempre internet a disposizione, ma almeno in questo modo riuscirai a vedere i posti che abbiamo visitato.

H7xm3FFF3g8Ulregyxd_HMxcLhe2n60Gj_TnyCi9BuwHh0lnePCz

Ardèche

La nostra prima tappa è stata Ardèche, su suggerimento del parrucchiere di William. Quando siamo in viaggio, la maggior parte delle volte evitiamo l’autostrada perché preferiamo prendere strade secondarie in modo da poter vedere posti ancora più belli. Siamo arrivati a Ardèche dopo 3 giorni di guida e ci siamo sentiti come il re e la regina della strada, mentre continuavamo a guidare serenamente. Abbiamo trascorso le due notti presso: Camping Chênefleur a Tintigny e Camping Du Lac Kir a Dijon (il camping è molto più divertente rispetto a quelli standard). Il terzo giorno siamo arrivati in serata tardi a Vallon-Pont-d'Arc. Qui ci sono molti camping e aree di sosta, noi siamo arrivati senza prenotazione a Camping du Pont d’Arc e per fortuna è andata bene, ma se vuoi essere sicuro allora è meglio prenotare in anticipo.

In questa zona è popolare fare kayak, principalmente perché è meraviglioso remare nell’acqua tra le rocce alte. Abbiamo noleggiato dei kayak nel camping dove eravamo e siamo stati portati da un autobus al punto giusto per poter iniziare la nostra attività. L’area era abbastanza affollata, ma non ci è importato visto che le barche ci facevano spazio spostandosi verso il verde e grigio dei bordi, quindi è stato comunque divertente farlo. Per gran parte del percorso remare è stato piacevole, ma in alcuni punti c’erano degli ingranaggi e William si è divertito a remare a testa in giù... si è proprio caduto e ben due volte!

https://lh6.googleusercontent.com/bM_0y6q0is4-2RmJT4onHMXWBlwP1byKSlHP4QRwYwA9a5bw7zx1azwNGj6Nf-uxeShbf3Bq9Cb7Hi2H3AsAtyOF4C2MRTnInVhVS3AwJ4oecSVDN4tS6YvVFW2SNdlJoS9sxkfq

La sera abbiamo parlato con un tedesco che era nello stesso nostro campeggio con il suo T3 e ci ha raccomandato Camping Des Grottes, un campeggio un pò più lontano. Questo era un posto hippie segreto, ma ora è diventato un piccolo campeggio con spazio per molte tende e circa 5 camper. Non è un posto adatto a camper di grandi dimensioni perché per raggiungerlo bisogna percorrere una stradina ripida e non asfaltata. È stato già abbastanza elettrizzante con il nostro furgone. Una volta superato questo pezzo, abbiamo potuto riprendere fiato e smettere di sudare. Dopo esser arrivati abbiamo preso un’amaca, ci siamo goduti l’atmosfera del campeggio e rilassati più tardi in serata ascoltando la pioggia battere sul nostro tetto. Eravamo semplicemente felici.

Una felicità che ci ha accompagnati per tutto il tempo della nostra permanenza a Des Grottes. Abbiamo alternato nuotate nel fiume (qui era molto più tranquillo) con sonnellini pomeridiani, e la sera abbiamo bevuto qualche birra al bar del campeggio dove l’atmosfera hippie è ancora abbastanza viva nell’aria.

https://lh5.googleusercontent.com/hWHhqI9W_QcDbQ45Qf6t2GemOq3_wznxJb_RK2li-4PupwmZaISARs8EMYDrt_c1SN8MbQNpCKAFoxVYtBWB4jjtJGLz_Bo4svEtLzzMhyMdJvokul51p6BdIWLkeaEIvktw-0jVhttps://lh5.googleusercontent.com/Jnc8A8K0qShXQz6mj59L_jQXsMCv-R8AjOBBM93farwgT3hR6F30bAXlfth3WXxRO6jWlp9JRAYtVz_oLw670_isnzAsyOfqiGtxluyOl2LCribZ04tt6q6edcrZU2canjr0wn4e

La costa francese

La tappa successiva del nostro viaggio in Francia è stata la costa meridionale francese. Sulla strada ci siamo fermati a mangiare qualcosa ad Avignone e poi siamo andati a visitare un amico conosciuto in un precedente viaggio. Dopodichè, ci siamo diretti verso il mare. Da bambina sognavo di fare un viaggio in questa zona della Francia, mi sembrava un posto magico con grandi barche e le persone vestite alla moda in Costa Azzurra. Questo purtroppo non si adattava al nostro piano, ma anche la Côte Bleue è stata stupenda. Se vuoi andare in quest’area, ti consiglio di prenotare in anticipo. Abbiamo guidato e visitato 4 campeggi e solo il quinto aveva un posto per una notte. Per noi era abbastanza e sapevamo che sarebbe andato tutto bene, ma se vuoi stare più tranquillo allora meglio prenotare in anticipo. Così puoi anche organizzarti con un posto con vista mare, noi siamo stati fortunati anche in questo. Abbiamo sistemato il furgone e l’unica cosa che ci rimaneva da fare era divertirci, un hotel di lusso è niente paragonato a questo posto.

Passata la notte abbiamo dovuto lasciare il campeggio, ma eravamo comunque sereni così. Proseguendo il nostro tour e su raccomandazione di quella conoscenza abbiamo visitato il Parco Nazionale Les Calanques.

Non eravamo ben preparati e penso di aver visitato una delle calette più frequentate (Calanque de Sormiu), ma era molto bella nonostante la folla. Abbiamo parcheggiato il furgone, fatto una breve escursione e poi ci siamo tuffati nell’acqua azzurra. In quest’area ci sono molte baie stupende da visitare ed escursioni da fare.

https://lh3.googleusercontent.com/xI2sp7JU-UpVQhb3Zmd4h8C0X7ytKye8ReEjgzgEMNTZXSVmOxTs_apWyKld6I7fHXoJpUdfiKKwZRRkktYosibYKAotzA68WvxEWa6uJHxCFiBgJ1XGsq47UI3okh0dS2tY-nNr

Dopo la visita alle calette ci siamo diretti verso Cassis. Abbiamo scelto un campeggio un pò a caso su Google che si è rivelato comunque un’ottima scelta. Il campeggio Camping Les Cigales è un pò più freddo e non abbiamo prenotato in anticipo perché si trova sempre spazio. La città è anche molto accogliente ed il porto è popolato da ristoranti e accoglienti terrazze che troverete nelle stradine intorno. Sono bastati pochi minuti per farci decidere di rimanere almeno una notte qui. Soprattutto quando abbiamo scoperto un’ottima gelateria, tanto buona che una sola visita non è bastata. Dopo esserci rituffati nell’acqua azzurra, ci siamo concessi una serata al D'une Rive à l'Autre. Il cibo libanese era talmente buono da farti perdere la testa, specialmente la divina moussaka.

Parigi

Sfortunatamente, era già ora di dover tornare verso il nord. In un solo giorno abbiamo guidato da Péage a Parigi ed anche il furgone è andato abbastanza bene. Ci siamo fermati in un campeggio appena fuori Parigi chiamato Beau Village, perché naturalmente Parigi rientra nelle zone ambientali. Anche questa è stata un’ottima scelta, infatti si trovava vicino ad una stazione da dove poter prendere il treno per Parigi. Non abbiamo comunque scelto il giorno migliore per visitare la città perché faceva veramente troppo caldo e bere una semplice coca cola su una terrazza ci è costata una fortuna, oltre alla pioggia e grandine arrivata improvvisamente subito dopo. Di sicuro questo non ci ha fermati dal divertirci, perché la sera eravamo già d’accordo con gli amici di William per vederci. Tante piacevoli chiacchiere, analizzando anche troppo il fondo del bicchiere. Poi visto che si è fatto troppo tardi non siamo riusciti a prendere il treno per il ritorno, quindi ci siamo accontentati di un materasso singolo sul pavimento. Ci siamo svegliati presto perché dovevamo lasciare il campeggio per le 12 e, dopo circa 15 minuti di ritardo, siamo passati attraverso il cancelletto. In quel momento ci siamo resi conto che la nostra vacanza purtroppo era arrivata al termine.

https://lh6.googleusercontent.com/LtQOj_CEjlhiSw3e8kq-2TvqHBr0Tm0aUL-D2hs_TkpZXaMGdzlTfwzGu6pqunFG4jv4uRD3Mq7V6dHopjqxq4bsvL1_zMsLvhP868P1sic5x3l4RuTT03EF0sHFXj7FmxjiTxLf

Una breve lista dei campeggi del nostro tour in Francia

  • Campeggio Chênefleur in Tintigny (BE)

  • Campeggio Du Lac Kir in Dijon

  • Campeggio du Pont d’Arc

  • Campeggio Des Grottes

  • Campeggio Seagulls in Martigues

  • Campeggio Les Cigales in Cassis

  • Campeggio Paris Beau Village

Suggerimenti per il tuo viaggio in Francia in camper:

  • Viaggiamo sempre utilizzando Google Maps come navigatore, ma scegliamo la funzione “evita le autostrade”. A volte ti ritrovi in strade piccole e quindi non adatte a tutti i camper, per questi casi è meglio avere un navigatore adatto ai camper.

  • In Francia trovi molte aree ambientali e per questo motivo hai bisogno dei bollini. Questo a Parigi è un pò complicato, ma spero che questa pagina riesca a darti più informazioni.

  • Gran parte della Francia ha autostrade a pedaggio, quindi è qualcosa che di sicuro devi tenere in considerazione e su cui devi informarti in anticipo.

  • Hai bisogno di più ispirazione per il tuo viaggio in Francia? Leggi anche Francia in camper: 5 posti da vedere.

https://lh3.googleusercontent.com/g-YEmGkUzdOGZbl3Z2VHieFiBtB-ei-NQhU8FqYmmfjte7jc8f5g0VfKOaj1QBKlG9EEjl5vg_vd9ehCJw8xct9Ua4iX2ljpoxsbTxyuZzEIvmJXwZ-voOp8WwjOlfPAkg53JRjT

Hai fatto anche tu un interessante itinerario in Francia in camper? Condividilo con noi!