Irlanda in camper in 3 giorni

5 dicembre 2018 in Destinazioni

Visitare l’Irlanda in camper è sempre stato il tuo sogno? Qui di seguito vi presentiamo una guida delle 4 tappe principali da fare in Irlanda. Luoghi di interesse e paesaggi che vale la pena visitare durante il vostro viaggio nel “Paese Verde”, ovviamente sempre a bordo del vostro camper.

content_Ireland-_Giant_Causway_.001.

#Giorno 1- Belfast e Il Selciato del Gigante

Si parte dall’Irlanda del Nord, dalla capitale Belfast. Già 60 miglia dalla città, l’Irlanda inizia a regalarvi paesaggi mozzafiato. C’era una volta nella Contea di Antrim un gigante di nome Finn che costruì un selciato per raggiungere la Scozia e sconfiggere il suo nemico Foe. Sarebbe questo l’inizio della leggenda che ha dato origine alla magia di questo luogo.

Il “Selciato del Gigante” si trova a nord del paese nella cosiddetta Contea di Antrim, Patrimonio dell’UNESCO dal 1986. Giungendo in questo luogo, noterete moltissime colonne con forma prismatica e base esagonale alte circa 12 metri che si affacciano sul mare. Le colonne si sono formate in seguito a un'eruzione vulcanica ma a noi piace continuare a pensare che sia stato il gigante Finn ad averle costruite! Quando vi recherete in questo luogo, capirete perché HBO ha deciso di girare qui la famosa serie TV “il Trono di Spade”. Se non volete avventurarvi da soli, sono disponibili molteplici tour guidati con partenza da Belfast dove potete lasciare il vostro camper presso l’area di sosta Dundonald Touring Caravan Park.

content_Northern_Ireland.002

#Giorno 2- Derry & Gweedore

La seconda tappa della vostra Irlanda in Camper non può che essere Derry! Mettetevi alla guida del vostro camper per circa 70 miglia sulla A6 e in 1h 30m sarete giunti a destinazioni. C’è anche un percorso alternativo, la M1 che poi si ricongiunge con l’A6. Arrivati a Derry, fate un giro nel centro storico, godetevi una passeggiata tra per le City Walls e i molteplici graffiti. Concentratevi sul quartiere di Bogside e i luoghi del massacro del 1972 conosciuto come Bloody Sunday, a cui gli U2 hanno anche dedicato una delle loro canzoni. Se siete appassionati di storia, il Museum of Free Derry è il luogo per voi perché raccoglie tutta la storia dell’Irlanda del Nord, in particolare dei difficili eventi del secolo scorso. Oppure, se volete visitare qualcosa di meno convenzionale, non potete farvi scappare il The People’s Gallery, un collettivo di artisti che apre i propri studi per mostrare i molteplici lavori da loro prodotti e inerenti al tema.

content_Ireland-Derry-Graffiti.001.Dopo aver visitato Derry, è tempo di rimettersi in viaggio.

Se volete immergervi nella cultura gaelica per conoscerne le antiche tradizioni, Gweedore è la meta che fa per voi. Gweedore comprende diversi villaggi, distanti pochi chilometri l’uno dall’altra che insieme contano una popolazione di circa 4.000 persone. Qui, il tempo sembra essersi fermato. La popolazione parla gaelico e continua a praticare sport tradizionali, come il calcio gaelico!

Visitando questa zona, potrete anche fermarvi in uno dei tipici pub irlandesi a gustare la famosa Guinness. Come ad esempio al Séan O’gs. Alla salute! Spero amerete l’atmosfera dei pub irlandesi. Quello che li rende speciali è che, oltre ad una buona birra, sarete intrattenuti da musica live. Infatti, non è inusuale che alcuni clienti prendano la chitarra e si lascino trasportare dalle melodie gaeliche. Un’esperienza assolutamente da non perdere!

Siete stanchi?

Nell’area di Gweedore, Sleepy Hollows Campsite, da poco rinnovato, riaprirà ad Aprile per offrirvi il riposo da voi tanto desiderato. 

#Giorno 3- Galway e le Scogliere di Moher

La bellezza del viaggio sta anche nel guidare e, se è per questo, l’Irlanda offre un panorama particolarmente incredibile. Mettetevi alla guida del vostro camper e godetevi le 4h di guida che vi aspettano per attraversare l’Irlanda e arrivare fino a Galway. Se volete qualche suggerimento su cosa ascoltare mentre siete alla guida, date un’occhiata al nostro blog Musica da Viaggio

content_Northern_Ireland.003Galway, eletta capitale europea della cultura 2020, è il centro della cultura irlandese, una delle poche città dove si parla ancora gaelico, una vera e propria oasi linguistica. Iniziamo sempre dalla cattedrale della città. Dall’esterno sembra una chiesa qualunque, ma fidatevi, gli interni non vi deluderanno affatto, in particolare le colorate vetrate! Una volta finita la visita della cattedrale, proseguite per il Latin Quarter dove potrete trovare, oltre a tantissimi ristorantini e caratteristici bar, il Galway Museum, dove potrete ripercorre la storia della città dai suoi primi passi fino al XX secolo,e, soprattutto, il Druid Theatre. Lo sapevate che questo teatro è stato la prima compagnia teatrale ad essere creata all’infuori di Dublino? Un punto focale per la storia artistica di questo paese.

Visitare Galway vuol dire camminare tanto a piedi. Quindi che ne dite di riposarci per un giorno in città prima di passare alla prossima escursione? Voi e il vostro camper potrete soggiornare al Salthill Caravan Park, nella zona di Salthill, a veramente pochissimi minuti dal centro.

Ci siamo riposati abbastanza è ora di rimettersi in viaggio.

Sulla costa occidentale, nella contea di Clare, potete visitare uno dei principali luoghi di interesse in Irlanda: Le Scogliere di Moher. Tra le cose più belle da vedere nel vostro viaggio in Irlanda, non deve mancare una sosta per visitare queste bellissime scogliere a picco sul mare. Potete passeggiare lungo le scogliere alte circa 217 metri, il vostro sguardo e la vostra mente si perderanno ammirando l’Oceano Atlantico. Un paesaggio in Irlanda da non perdere per nulla al mondo!

Spero di avervi fornito alcune informazioni utili per pianificare il vostro viaggio in Irlanda. Se vuoi andare in Irlanda in camper, ricordati che puoi noleggiarlo dall’Italia e poi prendere il traghetto, oppure, puoi noleggiarlo direttamente dall’Inghilterra. Viaggiate senza pensieri e prenotate con Goboony!