Scoprire l’Abruzzo in camper: in viaggio con l’acqua

24 aprile 2019 in Destinazioni, Consigli per viaggiatori, Italia, Itinerari, Consigli e regole sulla strada, Area di sosta e campeggi & Consigli per il viaggio

Arrivare in Abruzzo in Camper è semplice sia per chi arriva da Sud che per chi parte da Nord. Collocata in posizione strategica tra Lazio, Molise e Umbria, questa regione non è stata  ancora invasa dal turismo di massa e offre paesaggi naturali, scorci storici e tradizioni che la rendono tappa imprescindibile per voi che amate esplorare il Paese a bordo delle vostre quattro ruote preferite.

La scorsa settimana vi abbiamo già parlato di Piano Imperatore e di Rocca Calascio, dandovi qualche idea su come individuare il camping in montagna perfetto per voi. Oggi proviamo a suggerirvi quattro nuove destinazioni, che hanno un elemento in comune: l’acqua. Che le bagna e le attraversa, che è fonte di ricchezza ed energia, e che - in qualche caso - ne condiziona anche l’aspetto e l’ecosistema. Raggiungere uno di questi luoghi è una buona idea per imparare qualcosa su questo elemento così prezioso e così presente nel nostro quotidiano, che finiamo spesso col dare per scontato, ma non solo. Gli abruzzesi sono accoglienti e generosi, la natura guida le loro vite ed è motore della loro economia. In Abruzzo è facile arrivare, ma da qui sarà difficilissimo andar via.

content_Abruzzo_in_camper.001.jpeg

Alla scoperta del fiume Sangro, dei borghi medievali e dell’orso bruno marsicano

Sotto il monte Mattone, il Borgo di Villetta Barrea è attraversato dal fiume Sangro ed è così pittoresco che vorrete fotografarne ogni angolo. Approfittate di un pomeriggio di sole e andate a passeggiare per le sue stradine, affacciatevi dai belvedere sul fiume e assaggiate i prodotti locali. Non andate via prima di avere fatto visita al vecchio mulino, che oggi ospita il Museo dell’Acqua, un viaggio dedicato alla storia dell’acqua e al suo ciclo, con riferimento alle attività locali, alla transumanza, all’agricoltura. Dal fiume Sangro partono tantissimi percorsi naturalistici, e in tutti potrete ritrovare i colori, i fiori, le sorgenti, i boschi e i panorami tipici dei paesaggi di montagna.  Esplorate i dintorni, arrivate anche ad Opi e Pescasseroli, veri cuori del Parco Nazionale e Patrimonio Unesco. Opi è uno dei borghi medievali più belli d’Italia, situato in un anfiteatro naturale di montagne, boschi e pareti rocciose. Pescasseroli, a pochi minuti, è una delle mete più frequentate della regione, sia d’estate che d’inverno. È qui che dovete venire se volete conoscere e scoprire da vicino la flora e la fauna del Parco nazionale. Concedetevi del tempo per lunghe esplorazioni del Parco faunistico e del giardino appenninico: in queste aree dimora l’orso bruno marsicano e non è difficile avvistarlo, insieme ai caprioli, ai piccoli lupi, agli scoiattoli e agli animali feriti che vengono portati ed accuditi qui per poi essere reintrodotti nel loro ambiente. Aguzzate la vista!

Camping La Quite

Il sito web di questo camping incorniciato dai boschi di faggio,  segnalato anche dall’ente che gestisce il Parco Nazionale, descrive benissimo questa struttura a due passi dal paesino di Villetta Barrea. Spesso i campeggi in Abruzzo sono spartani, per veri appassionati della vita all’aria aperta, ma questo comprende nelle sue tariffe tutti i servizi essenziali, come acqua calda, servizi, elettricità. Di giorno potreste partire da qui per le vostre escursioni, o associarvi ad una di quelle organizzate dalla struttura. La sera i falò accesi, le stelle e il suono delle cicale faranno il resto e renderanno indimenticabile la vostra sosta qui.

Strada Provinciale, 59, 67030, Villetta Barrea

GPS: 41.77209, 13.93691

Telefono: 00393318121978

Email: info@campinglequite.eu

content_abruzzo_borgo.jpg

Prendere appunti con Dumas sotto la cascata della riserva Zompo lo Schioppo

“In fondo alla cerchia dei monti una stupefacente cascata sgorga dalla roccia, sembra quasi una striscia bianca e sinuosa che, con un salto di 150 piedi, cade in un bacino spumeggiante da cui fuoriesce un fiumicello argenteo che dopo aver serpeggiato per la valle va a gettarsi nel Liri sotto Morino” scrive nei suoi appunti Alexandre Dumas a proposito di quest’area. Fatevi suggestionare da questa descrizione, rende giustizia al luogo. La cascata Zompo lo Schioppo è un esempio di sorgente carsica, e l’elemento acqua qui si manifesta e caratterizza ogni ambiente della riserva, a 1700 metri con le sorgenti più alte fino ai centri abitati, a bassa quota. I faggeti proteggono questo sistema e lo integrano conferendogli unità d’insieme.

Perchè arrivare fin qui? Questa riserva è ideale per lunghe passeggiate verso la cascata o seguendo il corso del fiume. Ascoltate l’acqua e scoprite come in alcune aree della riserva sopravviva ancora il sistema d’irrigazione dei canali in terra, le “formelle”, esempio resistente di modifica discreta dei corsi naturali.

Camping Lo Schioppo

Proprio nel cuore di questo paesaggio incontrerete il “Camping Lo Schioppo”, che offre una vasta area attrezzata per il campeggio in roulotte e camper. Gestito da personale disponibile, informato e attivo, è anche punto di partenza di sentieri escursionistici di varie difficoltà. Avventuratevi da qui alla scoperta della Riserva o approfittate degli eventi e delle passeggiate a tema organizzate per conoscere meglio il territorio. Il camping offre tutti i servizi e la possibilità di accedere alle strutture private, ma va prenotato, anche tramite l’apposito form, per esser certi di trovar posto.

Via lo Schioppo, 67050, La Grancia

GPS: 41.51028, 13.2473

Telefono: 0039328 4581970

Email: elvira.sanfelici@gmail.com

content_Abruzzo_in_camper_4.001.jpeg

Sulle sponde del fiume Gizio a fare incetta di confetti: siete a Sulmona

Sulmona è una cittadina bellissima. Ha una storia lunga e affascinante, le sue piazze hanno conosciuto imperatori, conquistatori, poeti e religiosi e i suoi monumenti e luoghi interesse ne portano impressa la memoria. Nel periodo invernale osservandola arrivando da lontano sembra un presepe. Ha tradizioni che si tramandano ormai da generazioni, ritmi lenti e rilassati, è sempre piena di sole. Il fiume Gizio scorre costante e l’antico acquedotto - risalente al regno di Manfredi di Svevia - che rende celebre la città doveva servire a trasportare le sue acque nel centro abitato in modo da alimentare le terre coltivate e mettere a disposizione una cospicua fonte di energia destinata alle attività artigianali. È proprio la città dei confetti? Si, e dovete provarli tutti. Cioccolato, caramello, arancia, vaniglia, noce. Fonti certe dimostrano che una piccola bottega artigianale sorgesse, nel XV secolo, presso il Monastero di Santa Chiara e fossero proprio le monache, a cimentarsi nella preparazione di questo dolce iconico e delicato. Preparate le vostre papille gustative all’estasi.

Camping Orsa Minore

Questo camping a 20 minuti dalla città di Sulmona si trova nel cuore del Parco Nazionale della Majella e nasce con l’obiettivo di favorire il turismo sostenibile e accentuando l’aspetto naturalistico che contraddistingue il territorio, con un occhio di riguardo verso le attività di riciclo e recupero del “vecchio” e di lotta allo spreco energetico. È aperto tutto l’anno e offre tutti i servizi base più la possibilità di poter accedere ad una zona comune al coperto. È lontano dal frastuono cittadino e dalle vie più trafficate. La vostra sosta qui sarà davvero verde.

Viale Pinete del Pizzalto, 9, 67030 Campo di Giove

GPS: 42.00742, 14.03070

Telefono: 00393343976435

Email: info@campingorsaminore.com

content_Confetti.001.jpeg

A pesca di tramonti sui trabocchi della Costa

Tutti i fiumi portano al mare. E se arrivate in Abruzzo in camper non potete perdervi questo tratto di Costa Adriatica tra Ortona e Vasto, caratterizzato dalla presenza dei trabocchi, antiche macchine da pesca su palafitta. Pare che risalgano al XVII secolo, periodo in cui i pescatori abruzzesi dovettero ingegnarsi per ideare una tecnica di pesca che non fosse soggetta alle condizione meteomarine della zona. Oggi la caratterizzano quest’area, che merita comunque tantissimo per le sue acque cristalline, i suoi borghi, il buon cibo, la natura variegata nelle forme e nelle risorse. Alcuni sono stati trasformati in ristoranti, altri in punti di osservazione. Al tramonto la vista dalla spiaggia o dai grandi scogli è mozzafiato.

Quest’anno dovrebbero completare i lavori della pista ciclabile che attraversa tutti i comuni della Costa dei Trabocchi, la Via Verde, realizzata sulla vecchia linea ferroviaria. Il progetto sta riqualificando anche le stazioni abbandonate. Scommettiamo che pedalare guardando questo mare vi rasserenerà?

Camping Belvedere

Tra i campeggi in Abruzzo, questo è in una magnifica posizione panoramica fronte mare in località le Morge, nel pieno cuore della Costa dei Trabocchi. Oltre ai servizi base di piazzola per la fornitura di acqua e per lo scarico offre un accesso diretto, tramite una gradinata, ad un’ampia spiaggia sabbiosa. Gli amanti della natura avranno a disposizione per il loro soggiorno ampie piazzole erbose e ben ombreggiate e una gestione informale ed entusiasta.

Contrada Palude, 62, 66020 Torino di Sangro

GPS: 45.561622, 10.563207

Telefono: 00393408739113

Email: campingbelvedere@hotmail.it

content_Abruzzo_in_camper_5.001.jpeg

Siete pronti a seguire il corso dell’acqua e scoprire l’Abruzzo in camper? Se l’idea vi entusiasma prenotate il camper più vicino a voi su Goboony e organizzate la prossima avventura!