Coronavirus: Sicurezza e flessibilitá quando si viaggia con il camper e altro ancora. Leggi tutto sul Covid-19.

Alla Scoperta della Sardegna con Desi e Leroy

14 aprile 2020 in Destinazioni, Esperienze, Viaggiatori & Italia

Nessun piano è il miglior piano! È così che preferiamo viaggiare. Naturalmente prima del nostro viaggio avevamo alcune destinazioni in mente, ma non abbiamo mai avuto un itinerario concreto ed è proprio questo che amiamo di più della libertà di vivere in camper. Con un camper puoi davvero andare e stare in piedi quando vuoi. La migliore decisione last-minute che avessimo potuto mai prendere è stata quella di aggiungere la Sardegna al nostro itinerario. Quest'isola, con le sue spiagge incredibilmente belle, è stata nella nostra bucket-list per molti anni, ma non avevamo mai pensato che si potesse raggiungere facilmente anche con il camper. Un giorno poi, abbiamo visto delle foto di una famiglia che aveva raggiunto questa bellissima isola in camper, ed è allora che abbiamo capito di dover assolutamente partire per visitarla.

Il traghetto

Un traghetto giornaliero parte da Livorno per Olbia, a nord est della Sardegna. Il viaggio dura circa 8 ore. Sembra lungo ma fortunatamente sulla traghetto hai tutti i comfort di cui hai bisogno e anche il cane è il benvenuto a bordo. Dopo l'Italia avevamo intenzione di andare in Portogallo il più presto possibile e la Sardegna è l'ideale, perché dall'isola puoi prendere di nuovo una barca per Barcellona. I biglietti potrebbero non essere proprio economici, ma risparmi su molti pedaggi e carburante. Per 2 persone, un cane e un furgone / camper spenderai circa 100 euro per raggiungere Olbia da Livorno. 

Goboony Desi e Leroy Sardinia

Olbia: un buon punto di partenza

Arriviamo in traghetto nella piccola città portuale di Olbia. A 30 minuti d'auto troviamo un bellissimo campeggio, il campeggio Tavolara. Anche se sono state 8 ore di navigazione, siamo stati segretamente in viaggio per quasi 14 ore (anche perché il traghetto ha fatto molto ritardo) e siamo completamente distrutti! Ci mettiamo così rapidamente nel camper e ci addormentiamo immediatamente. La mattina dopo decidiamo di rilassarci, fare un po' di lavoro e ovviamente fare un tuffo rinfrescante nel mare. Dal campeggio sono circa 300 metri a piedi, il sole splende e ora siamo curiosi di sapere se tutte le storie sulle spiagge della Sardegna sono vere. Sì davvero! La spiaggia numero 1 è già un gioiello ed è proprio di fronte al nostro campeggio. 

Suggerimenti per Olbia:

  • Il campeggio Tavolara è un ottimo campeggio vicino alla spiaggia con ampie piazzole e servizi igienici puliti. 

  • Spiaggia Porto Taverna: dal campeggio è possibile raggiungere a piedi questa spiaggia in circa 15 minuti. Ha alcuni bar sulla spiaggia e un ampio parcheggio dove puoi accamparti selvaggiamente in bassa stagione. 

  • Capo Coda Cavallo era davvero il mio preferito. Questa spiaggia è così bella. Non solo l'acqua è cristallina, ma la strada è incredibilmente bella. 

  • Cala Brandinchi: una delle spiagge più famose della zona di Olbia, e per buoni motivi. La spiaggia è bianca e l'acqua cristallina.

Goboony Desi e Leroy Sardinia

Windsurf

Dopo una breve sosta ad est decidiamo di proseguire rapidamente verso sud. Con il senno di poi, avremmo potuto rimanere un po' più a est, dato che la natura qui è incredibilmente bella. Dopo alcune ore di giro dell'isola arriviamo al Villaggio Camping Spiaggia del Riso. Un campeggio molto carino proprio sulla spiaggia. Anche se non così super tropicale, questa spiaggia è molto popolare tra i surfisti. Se cammini un po', potrai raggiungere la spiaggia di Porto Giunco. Questa spiaggia è completamente diversa dalla spiaggia del campeggio. Acque azzurre, un mare calmo e una bellissima spiaggia. Abbiamo adorato l'atmosfera di Villasimius e siamo stati qui per alcuni giorni. 

Goboony Desi e Leroy Sardinia

Chia: una delle spiagge più belle della Sardegna

Abbiamo sentito da diverse persone che le spiagge di Chia sono tra le più belle d'Italia. Dopo una breve ricerca troviamo un’area sosta camper che si trova direttamente sulla famosa spiaggia di Su Guidi. Sfortunatamente, l’area di sosta non è proprio delle migliori ma almeno la visita del posto è valsa decisamente la pena perché la spiaggia è bellissima. Decidiamo di concludere la giornata con un grande tramonto: una coperta da picnic e alcune birre. La spiaggia è molto bella (sicuramente non la migliore) e non c'è quasi nessuno. 

Goboony Desi e Leroy Sardinia

Buggerru: il paradiso dei surfisti

Anche se non cuciniamo ancora molto adoriamo navigare. Quando si naviga in Europa, la maggior parte delle persone pensa rapidamente alla Spagna o al Portogallo, ma è anche possibile navigare in Sardegna quasi tutto l'anno. È meglio farlo nell'accogliente città dei surfisti di Buggerru, nella parte occidentale della Sardegna. Se non ti piace il surf, si consiglia comunque di visitare la parte occidentale dell'isola. La costa qui è molto agitata. Anche la natura è meravigliosa e il percorso per Buggerru è forse uno dei più belli che abbiamo fatto finora. A Buggerru ci sono diverse soste per camper direttamente sul mare. Il campeggio più vicino è il campeggio 'Ortus di Mari'.

Goboony Desi e Leroy Sardinia

Torre del Pozzo: tempo di lavorare

Dopo alcuni giorni di surf a Buggerru guidiamo lentamente verso nord, ma ci fermiamo prima a Torre del Pozzo. Troviamo un bel posto nell'arena IS del campeggio direttamente sul mare. Ideale, perché abbiamo ancora molto lavoro da fare e questo è un bel posto in cui stare per qualche giorno. Nella zona troverete la vivace città di Oristano e le innumerevoli spiagge ideali per i surfisti. 

Goboony Desi e Leroy Sardinia

Alghero: hotspot e shopping

Alghero è una delle città più grandi della Sardegna. Tuttavia, la città non è proprio grande comparate ad altre, ha circa 45.000 abitanti. Nonostante le sue dimensioni, c'è più che abbastanza da vedere. Potete trovare molti ristoranti carini e fare tanto shopping. Per una deliziosa cena consigliamo la Trattoria Tipica Sarda La Saletta.

Goboony Desi e Leroy Sardinia

Porto Torres

Dopo quasi tre settimane di viaggio attraverso la Sardegna, arriviamo a una delle nostre ultime destinazioni nel nord, ovvero Porto Torres. Da Porto Torres puoi prendere il traghetto per Barcellona. Una destinazione finale molto bella con spiagge impressionanti e fenicotteri rosa. Che figo! È possibile avvistare fenicotteri in vari luoghi della Sardegna. Decidemmo di guidare fino a Stagno di Pilo dove eravamo quasi tutti soli. Dopo mezz'ora di cammino avevamo perso un po' la speranza. Sfortunatamente, il lago non era così facile da raggiungere, perché una grande parte era chiusa. Alla fine ci siamo imbattuti in un piccolo passaggio dove improvvisamente ci siamo fermati proprio accanto a un folto gruppo di fenicotteri. Sfortunatamente, i fenicotteri sono volati via subito appena ci hanno sentito arrivare. Oltre a individuare i fenicotteri, puoi anche visitare la spiaggia La Pelosa a Porto Torres. La spiaggia è bellissima, ma anche un po 'più frequentata dai turisti. 

Goboony Desi e Leroy Sardinia

Barcellona, ​​arriviamo!

Dopo 3 settimane di viaggio attraverso la Sardegna, è arrivato il momento di dover prendere il traghetto per Barcellona (anche se avremmo voluto restare qui per altre settimane). 

La Sardegna viene senza dubbio al primo posto come una delle destinazioni più belle che abbiamo mai raggiunto. Sebbene non super economica, è un'isola meravigliosa per un viaggio. Hai davvero tutto lì. Dalle bellissime spiagge, buon cibo, natura selvaggia e persino fauna selvatica. L'isola non è molto grande, ma ogni parte è unica e diversa.  

Vuoi viaggiare anche tu con il camper? Noleggia un camper per 2 persone su Goboony ed esplora la Sardegna per le tue prossime vacanze!

L'articolo è stato scritto da Desi e Leroey 

Ricerca