Con il Camper in Sicilia: 9 luoghi da non perdere

31 agosto 2018 in Destinazioni

Mi ritrovo molto spesso a parlare di viaggi con amici, parenti, conoscenti ed anche sconosciuti, e la cosa che ci accomuna sempre quando parliamo di destinazioni è proprio la Sicilia. Una terra sorprendentemente ricca di bellezze naturali e di storia, per non parlare della gente fantastica e del cibo delizioso. Si, tutto ciò è racchiuso in una sola regione. Allora pensa quanto sarebbe bello fare un viaggio in Sicilia in camper, per poterla girare in lungo e in largo. Siete a corto di idee? Qui vi propongo nove destinazioni differenti!

#1 Il parco dell’Etna

Partiamo dalla provincia di Catania e come non iniziare il nostro viaggio dal Mongibello! Non sapete di cosa stia parlando? Dell’Etna, ovviamente! Mongibello è il soprannome con cui i siciliani chiamano questo vulcano senza età.

L’Etna, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, è il vulcano più attivo d’Europa ed è circondato da un parco dove gli escursionisti possono fare trekking e perdersi nei molteplici sentieri che lo caratterizzano. Un luogo visitabile tutto l’anno. Durante l’estate potrete partecipare a molteplici iniziative sportive ed escursionistiche, mentre in inverno si trasforma nella meta sciistica dell’isola. Per scoprire di più sulle molteplici escursioni organizzate visitate il sito Escursioni Etna. Mentre se volete tutte le informazioni per una settimana bianca da sogno, Etna Sci vi proporrà piste da sogno. 

LEtna è famosa anche per i suoi vini, dal gusto corposo e intenso. Infatti, i vigneti etnei sorgono ai piedi del vulcano e assumono caratteristiche speciali proprio per la loro posizione. Perché allora non concedersi una degustazione? Questo sito di wine tasting vi darà tutte le informazioni necessarie per trovare la degustazione più adatta a voi.

Il Camping Etna immerso nei boschi è il posto giusto dove godervi del meritato relax.

Goboony_-_Sicilia_in_camper_Etna.001

#2 Le Gole dell'Alcantara

Una volta che siete nel catanese, un’altra escursione obbligatoria sono le Gole dell’ Alcantara. Si trovano tra i comuni Motta Camastra e Castiglione di Sicilia e la loro particolare storia le rende uniche. Sono state create a causa di eventi sismici e la particolarità è data dalle pareti in pietra lavica attraverso le quali scorre il fiume Alcantara. È possibile attraversarle pagando il biglietto di entrata e soprattutto seguendo il consiglio di usare una muta semi invernale visto che la temperatura dell’acqua è di 8 gradi. In quest’area vengono organizzati diversi itinerari ed escursioni per soddisfare i diversi bisogni e le diverse curiosità dei viaggiatori. Se siete tipi intraprendenti, vi consiglio di fare rafting tra le gole, un’esperienza definitivamente unica. 

Goboony_-_Sicilia_in_camper_Alcantara.001

#3 Le Isole Eolie

Abbandoniamo la provincia di Catania per andare alla volta di Messina e delle fantastiche isole eolie. Per raggiungerle, vi sono collegamenti sia da Messina sia da Milazzo, molto frequenti durante il periodo estivo, meno durante la stagione invernale. Vi consiglio di guidare fino a Milazzo e imbarcare il camper in una delle navi da trasporto. Controllate i siti di Siremar e Liberty Lines per trovare le soluzioni di viaggio migliori.

Un paradiso naturale rende unico l’arcipelago delle Eolie, le isole di origine vulcanica dichiarate, anche loro, Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO, queste sono: Alicudi, Filicudi, Lipari, Panarea, Salina, Stromboli e Vulcano. La più conosciuta tra tutte è Panarea, ma sono altrettanto belle ed interessanti anche Lipari e Vulcano, visto che sono i due vulcani attivi dell’arcipelago. Le spiagge da sogno non vi vorranno più far partire, in particolare le Sabbie Nere di Vulcano dove la sabbia, di origine lavica, è proprio nera! Qui potrete gustare il migliore pane cunzatu dell’isola alla Zammara

Non vi dico altro, dovete assolutamente provarlo. A Lipari invece troverete le cave di pietra pomice, ricavate dalle rocce che un tempo alimentavano una fabbrica di gesso oggi dismessa. Divertitevi a tuffarvi dal pontile! Quando tornate in centro, fermatevi da Subba  la pasticceria più famosa di Lipari. Salina è facile da visitare se siete a Lipari. Il traghetto impiega soli cinque minuti per collegare le due isole. Una volta arrivati, gli autobus-navetta sono molto comodi per girare l’isola. Sicuramente, vi consiglio di andare a Lingua a gustare una delle granite di Alfredo. Se invece volete inoltrarvi nella parte più selvaggia dell’isola, vi consiglio Malfa, Leni e Rinella. Non dimenticate di comprare capperi, cucunci e Malvasia, prodotti DOP delle isole eolie. Una volta provati, non ne potrete fare più a meno!

Se siete indecisi su quale isola visitare, c’è sempre la possibilità di fare una mini-crociera partendo Milazzo. Se avete deciso di imbarcarvi, il campeggio migliore si trova al Togo Togo nell’isola di Vulcano esattamente sulle Sable Noir. Se invece volete fare base a Milazzo, c’è l’Agricampeggio e Area Attrezzata per camper che offre una posizione fantastica a soli 500 metri dalle bellissime spiagge di Milazzo e a circa 3 km dal centro.

Goboony_-_Sicilia_in_camper_Eolie.001

#4 Cefalù 

Si ritorna sulla terra ferma e ci si rimette in viaggio, questa volta in direzione Palermo. Tappa? Immancabilmente Cefalù!

Un panorama fiabesco avvolge questo luogo incantevole. Cefalù si classifica come una delle località balneari più belle della Sicilia e si contraddistingue per le antiche rovine che si affacciano sul mare. La prima tappa della vostra visita in città è sicuramente la Cattedrale. Perfetto incontro tra sicilianità e mondo arabo, la Cattedrale è nota per i suoi mosaici che si estendono su una superficie di 650 metri. Assolutamente imperdibili! Un’altra tappa fondamentale è la Torre di Avvistamento , o meglio i suoi ruderi, che ha visto l’arrivo di nuove culture così come quello degli invasori. Qui prendetevi un attimo e godetevi la stupenda vista sul Tirreno. Questa torre viene da anni contesa tra messinesi e palermitani dal momento che si trova al confine tra le due province.

Cefalù è città di mare, il che vuol dire… mangiata di pesce!

Io vi consiglio il classico misto di pesce, in una delle tante trattorie. Se invece siete alla ricerca di qualcosa di sofisticato, non potete non andare al Cortile Pepe dove i sapori tipici siciliani incontrano la nouvelle cuisine. Per il dolce, io vi consiglio una crepe nella piazza centrale. Lo so, non proprio un dolce siciliano ma queste crepes alla nutella sono famose in tutta la Sicilia!

Per quanto riguarda i camping in Sicilia e le aree di sosta per il vostro camper, un suggerimento è Camping Costaponente che accomoderà tutte le vostre esigenze.

Goboony_-_Sicilia_in_camper_Cefalu_.001

#5 San Vito Lo Capo e la Riserva Naturale dello Zingaro

Da Cefalù, San Vito Lo Capo non è poi così distante ma ci sono sempre due ore alla guida.

Quando ci immaginiamo su una spiaggia stupenda ovviamente il primo pensiero va a posti come i Caraibi. Ma cosa fareste se vi dicessi che posti tanto belli esistono anche in Sicilia? Se alle giornate in spiaggia volete poi unire dell’attività fisica, allora dovrete visitare la Riserva Naturale dello Zingaro attraversata da stradine e accessibile solo a piedi. Per poter entrare è necessario acquistare un biglietto. Non dimenticatevi di provare il cous cous, piatto per cui San Vito è più che famosa. Così famosa che ogni anno si tiene il Cous Cous Fest, generalmente nei mesi autunnali. 

L' area di sosta per camper Giovanni si trova in una buona posizione visto che non è molto lontana dal centro e mette a disposizione alcuni servizi di base, come docce, carico e scarico dell’acqua.

Goboony_-_Sicilia_in_camper_San_Vito_Lo_Capo.001

#6 Le Isole Egadi 

Da San Vito Lo Capo, Trapani dista solo 40 chilometri. Di fronte a Trapani, sorgono le meravigliose isole Egadi, descritte come paradisi in terra. Una volta arrivati non vorrete più ripartire! Per raggiungerle, dovrete prendere un traghetto ma vi consiglio di attraversare a piedi e tornare in giornata. Così come per le Isole Eolie, i collegamenti sono più frequenti durante l’estate e la compagnia di trasporto è Liberty Lines

La bellezza di queste isole è caratterizzata dalle sue acque trasparenti e spiagge incantate. La più nota tra tutte è Favignana, con la sua Cala Rossa che vi lascerà senza parole. Non a caso questo arcipelago è l’Area Marina Protetta più grande d’Europa e che ospita il museo del mare più grande d’italia. Facilmente raggiungibili da Trapani, ad oggi ci sono circa 4000 abitanti che hanno la fortuna di vivere in questo posto..che invidia!

Se decidete di attraversare con il camper, un’ottima soluzione è Camping Egad, la scelta giusta per la vostra permanenza a Favignana grazie al fatto che ha soluzioni e servizi per soddisfare ogni tipo di bisogno ed esigenza. Se invece volete fare base a Trapani, date un’occhiata al Camping Lido Valderice.

Goboony_-_Sicilia_in_camper_Favignana.001

#7 Scala dei Turchi 

Giù da Trapani ad Agrigento. Tappa obbligatoria? Scala dei Turchi!

Nulla potrà essere paragonabile alla struggente bellezza di questo luogo. La spiaggia di Scala dei Turchi è una falesia a picco sul mare, lungo la costa di Realmonte. La scogliera è caratteristica per il suo colore bianco e per le sue singolari forme, oltre ad essere conosciuta per i romanzi della serie di Andrea Camilleri, il Commissario Montalbano. Le parole non bastano a descrivere la bellezza della Scala dei Turchi, l’unico modo per scoprirlo è vederla con i vostri occhi. Difficilmente dimenticherete un paesaggio come questo. 

Una volta ad Agrigento, visitate la Valle dei Templi catapultandovi nella maestosità dell’Antica Grecia. A pochi chilometri dal parco archeologico, troverete il Camping Valle Dei Templi, perfetto per il vostro soggiorno.

Goboony_-_Sicilia_in_camper_Scala_dei_Turchi.001#8 Siracusa e l'Isola di Ortigia 

Il nostro giro della Sicilia non può che concludersi nella provincia di Siracusa. Da Agrigento a Siracusa la strada è un po’ impervia, la A19 è il collegamento più veloce ma c’è anche la SS115 che vi evita di passare da Catania anche se allunga il viaggio di 40 minuti.  Una volta arrivati, L’Isola di Ortigia è il vero centro storico di Siracusa ed è collegata alla terraferma da due ponti. Proprio qui si concentrano i monumenti barocchi della città e gli edifici storici, grazie ai quali potrete respirare secoli di storia, arte e cultura. Infatti, basta arrivare nella prima piazza Pancali per trovare, il tempio di Apollo che è considerato il tempio più vecchio in tutta la Sicilia. Oppure potrete visitare il Castello di Maniace, uno dei monumenti più importanti del periodo svevo a Siracusa. Claud Car si trova vicino al centro storico di Siracusa e alle rinominate spiagge, tutte accessibili attraverso una navetta messa a disposizione della stessa struttura. Tra i servizi, oltre alle docce, carico e scarico dell’acqua, troverete anche una zona per barbecue e giochi per bambini.

Goboony_-_Sicilia_in_camper_Ortigia.001

#9 I laghetti di Cavagrande

I laghetti di Cavagrande sono una meravigliosa oasi naturale davvero da non perdere, che ricopre circa 2700 ettari e incentrata nel canyon formato dal fiume Cassibile. È possibile fare delle escursioni visto che questa cava naturale è lunga circa 10 km, ma anche volendo evitare la fatica di tutti questi chilometri è comunque possibile godere delle meravigliose viste panoramiche oppure affacciarsi dalle ripide pareti per ammirare i laghetti dall’alto. In primavera troverete uno spettacolo di fiori e colori, mentre in estate potrete godervi un bagno rinfrescante.

Tra i camping in Sicilia trovate Oasi Park Falconara, che si trova a circa 10 minuti da Avola e pochi chilometri dalle bellissime spiagge di Noto. Tra i vari servizi offre anche un’area barbecue e area giochi per bambini.  

Goboony_-_Sicilia_in_camper_Cavagrande.001

Adesso avete abbastanza opzioni da cui poter scegliere per iniziare a pianificare il vostro viaggio in Sicilia in camper. Prenotate il vostro camper su Goboony e sarete certi di vivere una esperienza unica.

Un’ultimo ma fondamentale suggerimento, quando sarete arrivati in questa bellissima regione non dimenticate di fare colazione con granita e brioche, non potrete più farne a meno.