Itinerario del Marocco in camper

1 aprile 2021 in Destinazioni, Itinerari & Consigli per viaggiatori

Probabilmente non avete mai pensato fino ad adesso di viaggiare in camper in Marocco. O forse l’idea vi è passata per la testa, ma non vi siete ancora mai decisi per lanciarvi in quest’avventura. È proprio per questo motivo che oggi vogliamo darvi un itinerario completo da seguire, affinché voi possiate iniziare a pianificare un viaggio in un Paese che sorprende costantemente e che, in camper, regala tante emozioni. 

Se vi siete chiesti se viaggiare per il Marocco in camper è sicuro, la risposta è SI! E questa è anche una maniera unica per visitare luoghi remoti, meno turistici e più incantevoli. 

marocco in camper itinerario marocco

Come arrivare in Marocco con il camper?

Prima di tutto, vogliamo segnalare che per raggiungere il Marocco dall’Italia basterà recarsi al porto di Genova, dove potrete imbarcarvi direttamente per Tangeri, la città che si affaccia sullo stretto di Gibilterra e che apre le porte al Marocco. Il traghetto ha una durata di circa 50-55 ore (con una fermata a Barcellona) e il suo costo dipende soprattutto dalla stagione.

Perché proprio il Marocco?

Volete sapere quali sono i motivi principali per i quali dovete prendere in considerazione il Marocco in camper per il vostro prossimo viaggio? Si tratta di un Paese ricco di storia e cultura, dove oltre i famosi mercatini caratterizzati da colori intensi e da spezie, non manca assolutamente una natura incontaminata, che varia al suo interno come in pochi altri luoghi. In Marocco, infatti, non troverete solamente paesaggi aridi. Il Marocco offre una costa meravigliosa lungo l’Oceano Atlantico e il Mediterraneo, delle onde ideali tutto l’anno per fare surf, delle montagne maestose quando ci si sposta verso l’entroterra, un deserto famoso per le sue dune e il suo cielo stellato, per non parlare poi di tutte le città e i villaggi ricchi di storia.

Informazioni utili prima di viaggiare in Marocco con il camper

So perfettamente che state aspettando con trepore l'itinerario alla scoperta del Marocco con il vostro camper, ma prima di iniziare penso sia opportuno darvi qualche dritta su ciò che c'è da spere prima di approdare in Marocco. Ricordiamo che il Marocco è un paese musulamano e ci sono delle regole diverse da dover rispettare e per assicurarsi di viaggiare sempre in sicurezza.

  • Assicurati di avere con te un passaporto valido;
  • Impara qualche parola di cortesia prima di andare in Marocco per salutare o ringraziare. Sarà sempre apprezzato e sicuramente ti farà sentire parte di una cultura diversa
  • Rispetta i costumi locali del paese. Assicurati di avere abiti sobri e coprenti, nonostante molte città siano super turistiche e sonoo abituate a tutte le culture rimane importante rispettare la loro tradizione, soprattutto nei luoghi di culto.
  • Il venerdì è la giornata della pregheria e i negozi, botteghe e quant'altro hanno degli orari ridotti. (Un po' come la Domenica per noi)
  • La negoziazione è importantissima: ai Marocchini piace negoziare su qualsiasi cosa, quindi non intimidirti e negozia sul prezzo di ciò che vuoi comprare.
  • E' comune prendersi dei virus intestinali in Marocco, per questo assicurati di non bere l'acqua del rubinetto, evita carne macinata e cruda; non mangiare frutta e verdura cruda con buccia; lavati le mani molto spesso e non toccare gli animali randagi che trovi per strada.
  • Non fare foto senza chiedere pernesso, soprattutto nelle zone più rurali.

 

  1. Tangeri

Il nostro tour inizia quindi a Tangeri, una città che fin da subito riuscirà a trasmettervi la vera essenza del Marocco. Non potrete perdervi il Grand Souk, nonché uno dei posti più visitati di questa città dove troverete un mercato pieno di spezie tipiche, prodotti di artigianato, frutta fresca e molto altro in una serie di vicoli che formano un labirinto. 

Oltre il Gran Mercato, l’intera Medina di Tangeri rappresenta un luogo dove perdersi e farsi trasportare dall’atmosfera del nord Africa. La Medina è una zona ricca di attrazioni, troverete il lungomare, vari negozietti per fare shopping, e siti storici come il Petit Socco, una piazza davvero antica nel cuore della città circondata da bar e negozietti, dove ci si può fermare a bere un tè e ad osservare la vita e le abitudini della gente locale.

In Marocco, troverete molti parcheggi dove pagando 2-3€ potrete dormire tranquilli in una zona vigilata. 

  1. Asilah – Rabat

Si parte poi in direzione Rabat. È possibile fare una piccola fermata ad Asilah, dopo circa 45 minuti di guida. Si tratta di una cittadina fortificata costruita dai fenici intorno al 1500 a.C.. Ad oggi, è una meta turistica tranquilla, con spiagge deserte ed edifici bianchi e azzurri caratteristici.

Riprendete poi il cammino per raggiungere Rabat, attraverso l’A5. Rabat, la capitale del Paese, è una grande città dove consigliamo di lasciare il camper presso un campeggio o un parcheggio sorvegliato per poi spostarsi in bus o in taxi per visitarla. La capitale è ricca di attrazioni, consigliamo di restarci per una o due notti in base al tempo che si ha a disposizione. Questa città è un mix di modernità e tradizione, tra le attrazioni da non perdersi troviamo: la torre di Hassan, il Mausoleo di Mohammad V, la Casba degli Oudaïa (un quartiere davvero affascinante di Rabat), il mercato e, se avete tempo, il suo museo di Arte Moderno e Contemporanea.

marocco in camper itinerario marocco cosa vedere in marocco

  1. Casablanca

Si riparte in direzione Casablanca, che dista circa un’oretta da Rabat. A Casablanca è d’obbligo visitare la moschea di Hassan II, una delle più grandi moschee del mondo, che ospita fino a 25 mila persone per la preghiera. Raccomandiamo di restare nei pressi del centro della città dove ci sono parcheggi vigilati per meno di 2€, dove poter passare tranquillamente la notte. Park4night ci segnala questo parcheggio:

GPS :
N 33°34’52.1004” W -7°42’7.5275999999999”
33.581139, -7.702091

Nella parte settentrionale di Casablanca potete anche visitare la Medina antica della città che si trova in quartiere moltto ricco e popolato, dove troverete tantissime bancarelle e botteghe da poter visitare. Poco più fuori di Casablanca, invece, potete trovare la zona di La Corniche, un luogo dove troverete dei tratti di spiaggia bellissimi, caffetterie alla moda e ristoranti molto raffinati. Insomma, il divertimento in quest'area è assicurato!

Continuando la visita di Casablanca del nostro itinerario del Marocco in camper, potete passare per il Parc de la Ligue Arabe, un grande giardino con tantissima vegetazione, e Piazza Mohammed V non altro che il cuore di Casablanca. Questa piazza è costeggiata da portici, caffetterie e bellissimi negozietti di souvenirs e non solo. 

  1. Oualidia

Ripartite il giorno dopo verso sud lungo la costa, per sostare brevemente ad Oualidia – una città conosciuta per le sue spiagge, per la sua suggestiva laguna e per le ostriche. Consigliamo vivamente di assaggiarle, si dice che siano le ostriche più saporite di tutto il Marocco e si vendono a circa 0,50€ ciascuna.

Oualidia sembra un posto idilliaco: il panorama che si ha dall'alto è a dir poco grandioso. Unica pecca, forse, è il mare (soprattutto per i meno temerari). Seppur la vista mare è grandiosa, il mare all'interno della laguna non è molto limpido e la temperatura dell'acqua rimane abbastanza fredda anche con le temperature più alte. Questa cittadina rimane comunque bella da visitare, ma la consigliamo sicuramente per un periodo di tempo molto breve, mezza giornata è più che sufficiente per poi procedere con la prossima tappa alla scoperta del Marocco in camper. 

marocco in camper viaggio in marocco

  1. Essaouira

A circa 170 km in direzione sud, troverete Essaouira. Una città piuttosto turistica, famosa per la sua Medina sviluppatasi sul mare. Qui potrete ammirare la sua fortezza, botteghe di artigiani, casette bianche, piccoli vicoli. Consigliamo di visitare anche il mercato di pesce e perché no di mangiare in uno dei locali tipici, tutti a base di pesce fresco.

Potreste soggiornare presso il “Camping Esprit Nature”, si trova a circa 25 minuti dal centro della città ed ha tutti i servizi necessari per un modico prezzo, compreso il servizio di lavanderia. Il campeggio offre tante attività per i più piccoli, è dotato di una piscina per rilassarsi e prendere il sole, e qui potrete anche ordinare anche del cibo tipico marocchino per soli 12€ se non avete voglia di cucinare. Il prezzo va dai 10 ai 13€ per notte. 

GPS: 31° 33' 10" N, 9° 37' 34" W

31.55271, -9.62619

  1. Taghazout

A questo punto del viaggio, per chi ha più tempo a disposizione e per gli amanti degli sport acquatici, consigliamo vivamente di procedere ancora verso sud, per raggiungere Taghazout – un piccolo villaggio dove potrete facilmente noleggiare una tavola da surf e godervi delle belle onde a prescindere dal periodo dell’anno. Se siete dei principianti, qui troverete numerose scuole di surf. Inoltre, la sua cittadina è davvero graziosa con le vie piene di murales, le tipiche case bianche con le porte dipinte di blu e azzurro e tantissime botteche di ceramica tradizionale. Se avete voglia di vedere un mare mozzafiato, Taghazout fa sicuramente al caso vostro: mare cristallino e spiaggia con fondo sabbioso.

marocco marocco in camper itinerario marocco cosa vedere in marocco

  1. Marrakech

Successivamente, iniziamo a spostarci verso l’entroterra e a risalire pian piano verso nord. La prossima tappa non può che essere Marrakech, una città da visitare obbligatoriamente mentre si attraversa questo magico Paese. Marrakech è una città affollata, molto movimentata. 

Consigliamo di recarsi presso il campeggio “Le Relais de Marrakech”, che si trova a 15 minuti dalla Medina di Marrakech. Si tratta di un resort/campeggio dotato di tutti i comfort.

GPS: 31° 42' 24" N, 7° 59' 25" W // 31.70676, -7.99016

Il resort offre anche un servizio di taxi a pagamento, perfetto per visitare in tranquillità la città senza dover preoccuparsi per il camper. Da non perdersi a Marrakech troviamo: la piazza Jamaa El Fna, una delle piazze più importanto della città e la più trafficata di tutta l'Africa. Qui troverete un mix di artisti di strada, bancarelle di tutti i cibi tipici e soprattutto le famosissime spezie marocchine, chiromanti, scrivani e davvero tanto altro! Continuate la visita di Marrakech in camper e visitate il famosissimo souk della Medina, le Tombe Saadiane, il Palazzo El Bahia e la Moschea della Koutubia. Ogni attrazione è unca e potete vivere a pieno lo spirito della città, scoprendo ogni angolo e pezzo di storia. 

Non dimenticatevi, ovviamente, di visitare la parte nuova della città: Ville Nouvelle. Qui, trovere un giardino botanico creato dal pittore francese Jaques Majorelle. Il giardino conserva la tradizione araba ma ha sicuramente un tocco più moderno e occidentale, non a caso troverete piante ornamentali provenienti da ogni parte del mondo. Ad oggi, questo giardino è una della attrazioni principali di Marrakech, aperto per tutto l'anno. 

  1. Tizi n’Tichka

Dopo questa grande città, riprendiamo il cammino verso mete più remote e decisamente meno affollate. La prossima tappa di questo itinerario in camper in Marocco è una strada davvero riconosciuta, forse una delle più mozzafiato da percorrere di tutto il Paese. Si tratta di un passo montano che raggiunge l’altitudine di 2260 metri, Tizi n’Tichka. Mentre guidate attraverso questo paesaggio lunare, potrete ammirare le vette di montagne maestose e i numerosi villaggi berberi.

marocco cosa fare in marocco vacanza in marocco viaggio in marocco in camper

  1. Deserto del Sahara - Merzouga

Ci spostiamo verso il cuore del Marocco, il Deserto del Sahara. Iniziate quindi a guidare verso Merzouga. Si tratta di un lungo cammino, sono circa 6-7 ore di strada. Prima di raggiungere questa località, a seconda dei giorni che avete a disposizione, potete fermarvi a visitare la Kasba di Ait-Ben-haddou, a 30 km da Oaurzazate. Si tratta di un villaggio fortificato costruito nel 1600 con mattoni crudi rossi e oggi protetto dall’UNESCO. Con la sua atmosfera mistica vi sembrerà di aver fatto un grande salto nel passato.

È possibile fare un’altra tappa a Nkob, Tazzarine, o Alnif, tutti piccoli villaggi berberi famosi per le casette di mattone e fango, per le palme e per le sue oasi. A Merzouga inizia poi l’avventura nel deserto. Ci sono vari parcheggi per il camper, ma anche camping privati. Vi riportiamo l’ ”Auberge Camping les Pyramides” che dicono che sia il migliore della zona e che offre tutte le facilità necessarie. Anche il ristorante è ottimo e il proprietario organizza le escursioni per visitare le dune, in 4x4 o con un cammello. 

deserto del sahara marocco in camper itinerario marocco

  1. Fes

Quando avrete deciso di lasciare le magiche dune del deserto, iniziate a dirigervi verso Fes, la penultima tappa imprescindibile del nostro itinerario. Anche in questo caso si tratta di un lungo tragitto, per raggiungere nuovamente il nord del Paese. Sono circa 7 ore di strada.

Fes è la città imperiale più antica del Marocco, fondata come capitale della dinastia Isrisid tra il 789 e il 808. La Medina, chiamata Fes el Bali, è composta da un labirinto di stradine strette e colorate, dove si sviluppa la vita più movimentata della città. Qui troverete tanti negozietti di souvenir, mercati, botteghe di artigiani, così come una serie di moschee e mederse (scuole del corano). Le attrazioni principali della città sono sicuramente la Conceria Chaouwara e la Conceria Sisi Moussa, dove gli uomini fabbricano la pelle sin dall’epoca medievale. L’odore è molto inteso, consigliamo di portare con sé una sciarpa per coprirsi il naso.

Da non perdervi poi, oltre la Medina e le concerie: la Porta Blu (o Bab Boujloud), La Zawiya di Moulay Idris II, il Palazzo Reale, l’arco di Bab Al Amer e il quartiere ebraico ormai disabitato Mellah. Nei pressi della Medina sono presenti dei parcheggio sorvegliati h24 dove potrete passare la notte in tranquillità.

  1. Chefchaouen - Tangier 

Fate un ultima tappa a Chefchaouen, la famosa città blu del Marocco. Camminate e perdetevi tra le mille stradine blu di questa Medina per salutare questo Paese e concludere in bellezza la vostra avventura. Riprendete poi il cammino verso Tangier per il rientro in Italia.

Spero che questo itinerario attraverso il Marocco vi sia piaciuto e vi abbia trasmesso almeno un po’ cosa significa viaggiare per questo Paese del Nord Africa. Ovviamente, vissuto sulla propria pelle, ha tutto un altro sapore! Ora hai tutte le informazioni di cui hai bisogno per partire. Dai un’occhiata a tutti i camper disponibili sulla nostra piattaforma e inizia a pianificare la partenza. 

marocco in camper itinerario marocco