Guidare in libertà: tutto quello che devi sapere per organizzare un viaggio on the road in camper

22 maggio 2019 in Consigli per viaggiatori

C’è una canzone dei Lumineers, gruppo folk americano contemporaneo, che più di altre sembra invitare al viaggio on the road. “Porta lo spazzolino, non dimenticare la tua camicetta preferita, lascia un biglietto a chi resta, noi guidiamo tutta la notte, attraversiamo il Paese, dai!”. Bisogna ammettere che l’idea di partire per il solo gusto del viaggio, senza avere in mente la data di rientro, l’itinerario o la destinazione, appassiona tutti i viaggiatori avventurosi e si traduce nel costante bisogno che abbiamo di andare verso l’ignoto, portando con noi l’essenziale e tralasciando il resto. Ma in un viaggio in camper che vi faccia davvero vivere la migliore esperienza possibile davvero si può improvvisare? Di seguito vi diamo qualche consiglio per mantenere vivo l’entusiasmo per tutta la durata del viaggio e spostarvi in camper senza stress e preoccupazioni. Pronti?

/content_Goboony-roadtrip-Frankrijk-Normandie008.jpg

La parola magica è “sintonia”

Se partite con qualcuno prediligete la compagnia di persone con cui vi trovate bene e che vi piacciano. Un viaggio improvvisato, senza programmi e organizzazione, può prendere pieghe impreviste. Nel cammino certamente vivrete fantastiche avventure, ma dovrete sicuramente far fronte anche a situazioni di stress, malcontento, delusione. Inoltre siete in camper, nessuno può fare “quello che gli va” per conto proprio, e comunque la sera vi ritrovate sempre tutti nello stesso ambiente. Quindi assicuratevi di avere buoni compagni di viaggio, capaci come voi di meravigliarsi, essere leggeri, attivi e propositivi. In grado di trasformare gli ostacoli in esperienze memorabili.

On the road sì, ma in che modo?

Una cosa a cui raramente si pensa quando si parte in auto, ma che è invece necessario tenere in considerazione quando si parte in camper è quanto tempo volete trascorrere guidando. Siete più tipi da soste frequenti, ma veloci, o amate fermarvi a lungo in un luogo in cui vi sentite bene? Quante tappe vorreste fare? Intendete anche rilassarvi? Queste sono questioni che dovete porvi prima di mettervi al volante, per avere un programma di guida su misura per voi e il vostro camper. Un programma che vi faccia optare, ad esempio, per un compagno di viaggio che vi sostituisca quando siete stanchi.  A questo proposito vi sarà sicuramente utile leggere i nostri consigli utili su come guidare un camper.

/content_Motorhome-Man-Packing.jpg

Partire senza itinerario, ma con le mappe

Anche se non intendete pianificare pedissequamente il vostro itinerario, verificate sulle mappe online e offline le distanze ed inserite in quella che terrete a portata di mano i punti di snodo e le città principali delle aree che visiterete. Se siete old school, portate con voi delle piantine o delle guide stradali.  Sono utilissime se viaggiate in camper, e faranno la differenza soprattutto quando dovrete individuare aree di sosta, camping, luoghi di interesse. Saprete sempre dove siete e quanto manca alla prossima tappa.

Prenotate con anticipo le esperienze a cui non volete rinunciare

Viaggiare on the road significa improvvisare, lasciarsi guidare dall’istinto e dal gusto, scegliere sul momento, essere svincolati da programmi severi. Ok, ma se invece tenete particolarmente a vedere una località o un’attrazione, assicuratevi di inserirla in un itinerario di base, informatevi sugli orari di apertura e chiusura, accertatevi prima di partire che non sia il caso di prenotare con anticipo una visita. Monitorate la disponibilità di musei, parchi ed  esperienze, così non resterete delusi! Probabilmente dovrete giocare d'anticipo anche con il vostro camper: se tenete tanto ad alloggiare in una località verificate con le strutture del luogo che sia spazio per voi, ed eventualmente riservate una piazzola per i giorni che destinerete alla visita.
/content_Goboony-roadtrip-Oostenrijk-Alpen028.jpg

Preparate i bagagli e controllate il vostro budget

Il viaggio on the road non è un viaggio low cost, ricordatelo. Improvvisare significa anche far fronte a spese impreviste, non trovare le offerte dell’ultimo minuto, considerare l’aumento dei prezzi in alta stagione e in prossimità delle località turistiche più gettonate. Assicuratevi di avere sempre delle risorse economiche di emergenza e provate a preventivare le spese più consistenti. Portate l’essenziale, ma spendete del tempo ad organizzare un bagaglio “furbo”, che faccia fronte un po’ a tutte le evenienze: aggiungete qualche extra, perchè qualora nella sosta che avete scelto non ci siano servizi avrete della biancheria di scorta. Se noleggiate un camper assicuratevi abbia tutto quello di cui avrete bisogno nel vostro viaggio e scegliete con cura il modello e la fornitura che più si adattano al vostro stile. E non  dimenticate la musica! Vi abbiamo già dato qui delle ispirazioni per una colonna sonora a prova di viaggio su strada!

/content_Goboony-roadtrip-Frankrijk-Normandie030__1_.jpgAdesso non manca niente, potete dedicarvi alla programmazione del vostro prossimo viaggio. Prenotate su goboony il camper più vicino a voi!