Vi presentiamo: Mark de Vos

7 giugno 2016 in Su Goboony

Mark de Vos                                'Success is how high you bounce when you hit the bottom'
                                                          - General George S. Patton

Mark de Vos convive con Meike da 15 anni, ma pensa che sposarsi non faccia per lui e chiama  ancora Mike la sua ‘fidanzata’. Insieme hanno 2 figli, Jim e Loïc, che amano il ‘camperare’ (viaggiare in camper) come il loro papa. Guardano la TV fino a quando sono in strada e poi subito pronti all’arrivo per una partita di calcio. Il suo entusiasmo eterno e la sua energia sono un’ispirazione per tutti quelli che lo circondano e anche quando gli va tutto male, Mark trova sempre una nuova alternativa!

Qual’è il tuo ruolo a Goboony?

Insieme a Foppe, sono il fondatore di Goboony e sono responsabile delle idee folli, della community di inserzionisti e dell’espansione all’estero. Mi occupo anche dell'assicurazione e di tutta la parte operativa affinchè la nostra azienda possa crescere sempre di più. 

Che cosa fai nel tempo libero?

Spesso lavoro nel mio tempo libero, perché è così divertente. Quando soffia il vento mi puoi trovare al mare per fare kitesurf e se non soffia, sono al campo da tennis nel bosco dietro al mio giardino.

Quale è stato il tuo viaggio più bello?

Ho tanti ricordi e tutti legati a dei posti diversi. Del Vietnam mi rimarrà impresso per sempre l’atteggiamento positivo di tutti. In Indonesia ho fatto la mia prima esperienza spirituale per la prima volta e in Italia, poterci andare ogni giorno per “la dolce vita”.

Dove vorresti tornare?

Vorrei esplorare volentieri l’Italia meridionale. Però purtroppo è troppo lontana da raggiungere in camper dall’Olanda, per questo vorrei prendere un volo fino a Roma e lì prendere in condivisione un camper. Sfortunatamente posso andarci solo in estate perché sono vincolato dalle vacanze scolastiche e se vado in altri periodi dell'anno posso rimanere solo per un periodo molto breve. 

Quale è la tua sensazione assoluta di libertà?

Ho una forte predisposizione alla libertà. Non significa che svolazzo tutto il tempo, ma mi concentro molto sulle cose che trovo importanti. E quando alla fine raggiungo i miei obiettivi, mi regalo una bella gita in bici nel centro di Amsterdam, dove vivo, per prendermi un buon caffè al sole. Quell’autodeterminazione, è una libertà impagabile!

Qual è la tua canzone preferita per viaggiare?

Per fare un roadtrip hai bisogno di una playlist, che dipende dei compagni di viaggio e a seconda dall'atmosfera scelgo una voce sensuale come Sade oppure un beat forte come i Black Eyed Peas. 

Clicca qui se ti piace leggere più blog sulle persone dietro Goboony.

Ricerca