Camper ed eco-sostenibilità

24 ottobre 2017 in Consigli per viaggiatori

Camper ed eco-sostenibilità

“Credo che avere la terra e non rovinarla sia la più bella forma d'arte che si possa desiderare” A. Warhol

Il rispetto per l’ambiente è qualcosa che non dovremmo mai trascurare, né durante la nostra vita quotidiana, né durante le nostre vacanze. Nonostante ciò,  la vita frenetica di tutti i giorni a volte ci porta a dimenticare la natura attorno a noi, dando per scontato tutto ciò che ci circonda.
Non dobbiamo invece dimenticare che il pianeta è una risorsa vulnerabile, deteriorabile e delicata. Dobbiamo anche ricordare che il pianeta ci appartiene, ed in quanto tale, sta a noi rispettarlo, proteggerlo e preservarlo. Il concetto di sostenibilità ambientale non riguarda solamente la gestione differenziata dei rifiuti e la riduzione dell’inquinamento atmosferico, ma deve essere concepito come qualcosa di molto più ampio. Anche da turisti possiamo essere attivamente coinvolti in attività svolte nel rispetto dell’ambiente, semplicemente effettuando decisioni responsabili come ad esempio nella scelta dei prodotti, degli alloggi e di molto altro.

Quello che vogliamo scoprire oggi è dunque come viaggiare in camper in maniera sostenibile, ossia come goderci la nostra vacanza in camper ed allo stesso tempo contribuire a salvare il pianeta.

In quanto camperisti appassionati, o solamente viaggiatori curiosi in cerca di una nuova avventura a bordo di un camper, sicuramente quello che cercate nel vostro prossimo viaggio è il contatto con la natura. Cosa sarebbe un viaggio in camper senza foreste da camminare, laghi dove nuotare, cascate da ammirare, montagne da scalare? Ogni camperista è intrinsicamente un amante della natura e dei bei paesaggi.

In questo blog vogliamo allora darvi alcuni consigli su come viaggiare in modo responsabile:

1. Scegli prodotti locali e stagionali 

Mangiare è il modo più semplice e divertente per conoscere le tradizioni, la cultura e l’ambiente della località che si sta visitando. In Italia, ogni località, anche la più piccola, conserva fieramente la sua tradizione culinaria. Ad esempio, come passare per Norcia e non assaporarne il pregiato tartufo nero che viene raccolto, e perché no, anche accompagnate dalle lenticchie di Castelluccio di Norcia.

Come passare per la provincia ligure d’Imperia senza provare le olive il cui nome è famoso in tutto il mondo? Le cosiddette olive taggiasche, portate a Taggia dai monaci di San Colombano.

Si può essere attivamente sostenibili (pensate un po’?!)  proprio scegliendo queste delizie gastronomiche in loco. Le attività dei piccoli produttori locali, che coltivano ancora in modo tradizionale e nel rispetto dell’ambiente, sono spesso messe in pericolo dalle grandi produzioni industriali o dai requisiti restrittivi delle certificazioni nazionali ed internazionali. Un turismo responsabile può dunque contribuire alla sopravvivenza di queste piccole imprese, ed anzi stimolarne la produzione.
C:\Users\Alice Goboony\AppData\Local\Microsoft\Windows\INetCache\Content.Word\contadino.jpg

2. Utilizzare detersivi ecologici  

Lavare i piatti ed i panni è un’azione giornaliera, anche durante il nostro viaggio in camper. Non scordiamo però che i liquidi di scarico, contenenti detersivi e detergenti, vengono dispersi direttamente nella natura che ci stiamo godendo e sono ricche in sostanze chimiche altamente inquinanti.  

Oggi sul mercato è disponibile una vasta offerta di prodotti ecologici e si possono trovare a prezzi veramente competitivi. Optando per una scelta ecologica, contribuiremo positivamente al benessere dell’ambiente. Se uno durante la vacanza ha anche un po’ di tempo libero da voler dedicare a qualche nuova attività, perché non dedicarsi al detersivo ecologico fai-da-te. Non solo non è dannoso per l’ambiente, ma è anche un buon motivo per riavvicinarsi alle tradizioni, utilizzando ingredienti semplici e naturali, ma è anche un modo utile per risparmiare e per evitare sostanze nocive alla nostra salute. Il fai-da-te è più semplice di quanto si pensi! Per produrre un detersivo basico servono solamente tre ingredienti: sapone di Marsiglia da grattuggiare, bicarbonato di sodio e  acqua.  Per divertirsi nel creare soluzioni nuove ed essenze differenti, sul web si possono trovare centinaia di ricette... che aspettiamo a sbizzarrirci?!

3. Scegli di sostare presso gli ‘eco-camping’

Ormai molte sono le opzioni per soggiornare in campeggi attenti alla sostenibilità. Un’ottima scelta rispetto al solito campeggio, di cui sicuramente non vi pentirete.
Attenzione: Soggiornare in campeggi eco-sostenibili non significa rinunciare alla comodità! Quando si parla di 'eco-camping', si fa normalmente riferimento a campeggi che prestano particolare attenzione al rispetto della flora e della fauna circostante, utilizzando ad esempio energia rinnovabili, il recupero di acqua piovana ed alla gestione differenziata dei rifiuti. Normalmente, anche i materiali di costruzione sono ecologici ed prediligono prodotti a km 0. Negli ultimi anni le strutture attente al rispetto dell’ambiente sono prolificate in tutto il territorio nazionale, combinando l’utilizzo di prodotti a chilometro zero,  rispettando dei principi ecologici e spesso organizzando workshop divertenti su come contribuire attivamente all’eco-sostenibilità. Sul web è possibile trovare tante soluzioni relative a questa tipologia di struttura ricettiva.
Nota bene: spesso sono opzioni perfette anche per i nostri amici pelosi!

4. Raccolta differenziata

E’ vero, lo spazio in camper è una risorsa limitata e preziosa... proprio come la natura!  Inoltre, è meglio sfatare il mito del ‘non vi è spazio per la raccolta differenziata’. Infatti, la raccolta differenziata non occupa assolutamente più spazio di quella indifferenziata, lo occupa solamente in maniera differente! Dunque non abbiamo scuse valide: meglio pensare ad una scelta responsabile di disposizione dei rifiuti, piuttosto che compromettere la natura. Oggi sul mercato esistono soluzioni pratiche per i nostri rifiuti in spazi limitati, ad esempio pattumiere pieghevoli e compatte, o cestini a più scompartimenti.

Attenzione a non lasciare sacchi pieni di spazzatura fuori dal camper, in quanto possono essere preda di animali ed essere dunque dispersi nell’ambiente, oltre ad essere pericolosi per la loro salute.

Quattro semplici e preziosi consigli per viaggiare in camper responsabilmente, contribuendo ad un mondo migliore!

Se non hai un camper, ma desideri noleggiarlo, la scelta giusta è Goboony