Itinerario Molise in Camper

1 ottobre 2020 in Destinazioni, Consigli per viaggiatori, Italia & Itinerari

Nell’articolo di oggi, vi vorrei portare con me per un viaggio quasi insolito ma ricco di cultura e luoghi meravigliosi da poter vedere. Come lo descriveva Francesco Jovine, “il Molise, la più piccola regione italiana dopo la Val d’Aosta, una molecola incandescente nell’universo.” Infatti, ecco a voi un unico e imperdibile itinerario della splendida regione del Molise in camper e proprio perché sembrerebbe essere meno turistica rispetto ad altre località Italiane, voglio portarvi in giro per questa bellissima destinazione. Pronti a prendere nota?

molise in camper itinerario

1. Termoli

Partiamo dal lato della costa Adriatica partendo proprio da Termoli, seconda città dopo Campobasso per numeri di abitanti. Il centro di Termoli è su un promontorio a strapiombo sul mare Adriatico circondato da mura e torrette antiche che ci fa rivivere ancora una volta la magia medioevale Molisana. La città presenta un borgo antico bellissimo e super colorato dove potete passeggiare per delle stradine tipiche di Termoli tra cui la famosissima “rejecelle”, conosciuta perché è una viuzza talmente stretta che è possibile passarci solo se di traverso. Qui, avrete anche la possibilità di visitare la Piazza del Duomo e il Castello Svevo. Cuore del Borgo Antico di Termoli è la cattedrale di Santa Maria della Purificazione dove all’interno sono custodite le reliquie di San Basso e Timoteo. Data la sua posizione sul mare, a Termoli potete vedere i meravigliosi Trabucchi ossia delle antichissime macchine da pesca costruite in legno. Da qui, possiamo poi passare al famosissimo litorale Sant’Antonio, tipico non solo della città ma di tutta la costa. In estate potete trovare numerosi lidi attrezzati per passare al meglio le vostre vacanze al mare. Al centro di Termoli c’è un’ottima area di sosta per il vostro camper che vi permetterà di spostarvi in tutta tranquillità per visitarla.

Nome: Parking Baffo Nero

GPS: N 41.987460, E 15.008840

Contatti: +39 340 1214792 

Prezzo: 12,50€ a notte

molise in camper itinerario

2. Campobasso

Come prima destinazione di questo itinerario non potevamo che partire dal capoluogo del Molise: Campobasso che sorge a 700 metri di altezza, tra i fiumi Biferno e Fortore. La caratteristica del capoluogo Molisano è che il suo centro storico ha una struttura a ventaglio per far si che esso ruoti intorno al Castello Monforte. Potete trovare costruzioni super eleganti e signorili e tantissimi giardini ricchi di vegetazione e numerose fontane. Potete iniziare la visita di Castello Monforte, simbolo storico della città risalente al 1375 è circondato dal Parco della via Matris che gode di un panorama mozzafiato mentre avanti al castello potete trovare il Santuario di Santa Maria del Monte, risalente al 1354. L’ingresso è gratuito ed è aperto tutti i giorni. Potete poi passare alla cattedrale della Santissima Trinità che rappresenta il luogo di culto principale della città. A Campobasso ci sono anche tantissimi musei tra cui il Museo dei Misteri e il Museo Sannitico. Il primo Museo raccoglie costumi d'epoca, fotografie e cataloghi e ha anche una sala dedicata per le proiezioni di filmati dell’epoca. Il secondo, invece, espone antichi reperti ritrovati nella zona del Sannio. Se volete fare un giro di sera nelle mie viuzze molisane, ci sono tantissime stradine nel centro storico ricche di pub e localini dove passare la serata. Se invece siete alla ricerca di un campeggio o un’area di sosta per la vostra permanenza a Campobasso.

3. Campitello Matese

Altro luogo da visitare per noi amanti della vita all’aria aperta e del trekking è Campitello Matese. La città, infatti, è diventata leader nel settore degli sport sciistici e invernali di tutto l’Appennino centro-meridionale, perfetta quindi da visitare durante le stagioni più fredde. Inoltre, la stazione sciistica ha ben due piste azzurre, otto piste rosse intermedie e tre piste nere. Mentre l’impianto più elevato, la seggiovia del caprio, si trova a 1827 metri di altezza. Campitello Matese ha anche delle bellissime piste da carving, bob o freestyle e un super attrezzato snowpark.

Anche d’estate, però, non manca di divertimento e avventura. Infatti, i tantissimi sentieri di trekking e i paesaggi stupendi, che partono dal pianoro fino al Monte Miletto, offrono delle esperienze indimenticabili a contatto con tutta la natura circostante. A Campitello Matese potete infatti trovare tanti sentieri tracciati dagli esperti del Club Alpino Italiano, fattibili a piedi, a cavallo o in bici. I più bei percorsi sono sicuramente quelli delle grotte del Fumo e delle Caiole e il Bosco di Pietra. Potete anche svolgere tantissimi altri sport tra cui il parapendio. Da vedere, le bellissime pietraie create dall’erosione calcarea avvenuti nel corso del tempo. A qualche chilometro di distanza dalla cittadina, verso il comune di Guardaregia c’è l'Oasi WWF Guardiaregia-Campochiaro dove potrete ammirare diversi fenomeni carsici, come il Canyon del torrente Quirino, la cascata di San Nicola, le grotte di Pozzo della Neve e Cul di Bove che sono fra i più profondi abissi d'Europa.

Nel Parco Regionale del Maltese, e a pochi chilometri da Campitello, potete trovare un fantastico campeggio per sostare con il vostro camper. Il campeggio è aperto tutti i giorni e offre numerosi servizi tra cui: camper service; servizi igienici con acqua calda; lavandini e rubinetti con acqua fredda; servizi per disabili; barbecue in pietra; docce con acqua calda (a pagamento); punti luce (a pagamento); tavoli da picnic (a pagamento).

Indirizzo: Castello Del Matese (Ce) // Loc. Acqua di Santa Maria

GPS: 41.409473, 14.441905

Prezzo: 6€ al giorno

4. Castel Petroso

Bellissima e mozzafiato, la località di Castel Petroso è un luogo simbolo religioso che viene considerata la piccola Lourdes Italiana, meta di pellegrinaggi che attira fedeli da tutto il mondo. Infatti, vi delizierà con il suo Santuario di Maria Santissima Addolarata, patrona del Molise.

Anche per i meno interessati all’aspetto religioso, Castel Petrose rimane una cittadina che merita di essere vista se soggiornate in Molise. Appena superato il santuario simbolo della città, potete recarvi in via Matris e ripercorre la vita di Maria attraverso 7 tappe diverse per vivere quella magia do un tempo. Inoltre, le 7 tappe si snodano lungo la montagna il che rende il tutto molto suggestivo. Bellissimo anche da vedere il Borgo Antico Medievale. Insomma, andare a Castel Petroso è un vero e proprio tuffo nel passato.

molise itinerario

5. Isernia

Da Castel Petroso ci spostiamo poi nella bellissima Isernia, città piena di storia e di fama e con tantissime cose da poter visitare. Per noi amanti della vita all’aria aperta questa città è sicuramente perfetta in quanto è definita come la città del trekking, grazie proprio alle numerosissime escursioni che si possono fare sull’appenino. Ma scopriamo prima cosa vedere nella città. 

Partiamo dalla Cattedrale dedicata a San Pietro Apostolo, uno dei simboli più importanti della città d’Isernia. La Cattedrale è stata ricostruita più volte nel corso degli anni in quanto Isernia è stata centro di numerose scosse di terremoto che hanno parzialmente distrutto questa bellissima cattedrale. Altra perla del centro storico, è la fontana Fraterna considerata una delle fontane più belle d’Italia, nonché simbolo del centro storico d'Isernia. Le chiese, qui, sicuramente non mancano: infatti, ce ne sono ben tre diverse che potete vedere. Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, situata in un colle appena poco fuori il centro abitato; Chiesa di Santa Chiara, una tra le chiese più importanti della città che custodisce la statua dell’addolorata e infine la Chiesa di Santa Maria delle Monache che è il monumento più antico della città ed è oggi un museo archeologico. Finito il tour per la città e il centro storico, vi invito ad allontanarvi un po’ da Isernia per raggiungere il Lago Castel San Vincenzo. Fa parte del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise ed è un posto veramente paradisiaco dal color turchese perfetto per una bellissima giornata all’aria aperta ma non solo! La cosa più bella è che qui c’è un’attrezzatissima area per il camping, decisamente perfetta per noi camperisti. Una gemma unica che si trova in questo meraviglioso parco nazionale.

 La cosa più sbalorditiva è che il lago Castel San Vincenzo è in realtà un lago artificiale, costruito per scopi idroelettrici. Il lago è ovviamente balneabile e le sue sponde sono sabbiose. Inoltre quest’area non si fa mancare proprio niente: infatti, avete la possibilità di noleggiare barche, pedalò e anche delle biciclette per le vostre escursioni. 

Prezzo: 5€ per la tenda;

10€ per la piazzola camper;

Tassa di soggiorno 3,50€ a persona, bambini gratis fino a 8 anni.

Vi è venuta voglia di esplorare il Molise il prima possibile? Questa stagione autunnale o il mese Dicembre sono i momenti migliori per poterlo fare! Inoltre, con questo itinerario del Molise in camper creato per voi non avete proprio nessuna scusante! Controlla tutti i camper disponibile sulla piattaforma, e parti con Goboony! 

Ricerca