Esplora la Toscana in Camper

5 febbraio 2019 in Destinazioni

La Toscana in camper è decisamente un’esperienza unica. Due settimane on the road, da Capalbio a Piombino passando per Siena, Lucca, Livorno e molte altre città ancora. Pronti a percorrere quasi 500 chilometri a bordo del vostro camper?

content_Goboony-_Toscana_in_Camper-_Cover.001

Dopo avervi fornito l’itinerario perfetto per visitare Firenze in camper, è ora il momento di esplorare il resto della Toscana a bordo del vostro fido camper. La Toscana non offre soltanto stupendi borghi dalla longeva tradizione vinicola ma anche imperdibili località balneari. Sapete già tutto su come trovare le migliori aree di sosta camper in Toscana, quindi senza altri indugi, saltate a bordo, si parte da Capalbio.

content_Goboony-_Toscana_in_Camper-_Map.001.j

Capalbio 

Capalbio è un paesino situato ai piedi della Maremma, al confine tra Lazio e Toscana. Famoso per la sua Ultima Spiaggia, storico punto di ritrovo della sinistra italiana, questa vi sorprenderà per la sua sabbia finissima e per le sue acque cristalline. Il centro storico, invece, vi affascinerà per la sua architettura, così incredibile da avergli valso il soprannome di "Piccola Atene" in epoca rinascimentale. Oltre al centro storico e all’Ultima Spiaggia, girovagate per Pescia Romana e Pescia Fiorentina, due aree balneari che non vi deluderanno. Spingendovi un po’ più a nord, potrete esplorare invece la Duna di Feniglia, una riserva naturale che si estende per circa 6-7 chilometri fino al porto di Orbetello. Potete parcheggiare il camper al parcheggio della riserva e godervi una lunga passeggiata per la Duna oppure un giro in bicicletta per il percorso ciclistico. La flora e la fauna di questi luoghi rendono unico l’ecosistema della duna. A pochi chilometri da qui, potete visitare anche l’antica città Romana di Cosa, soprannominata "Piccola Roma" perché costruita come replica dello schema urbano dell’Urbs.

content_Goboony-_Toscana_in_Camper-_Grosseto_.001

Grosseto 

Dopo aver sostato a Capalbio per qualche giorno, ci dirigiamo quindi a Grosseto. Il percorso è delle durata di circa 1 ora (75 km circa), passando per la SP-San Donato da dove poi imboccherete la Via Aurelia. Grosseto è la città più grande di tutta la Maremma con una storia importante alle spalle: infatti, Grosseto è stata la città più prominente di tutta la Toscana nel Medioevo. Per volere della famiglia De Medici, la città venne fortificata da una cinta muraria esagonale, tutt’ora visibile nel centro storico. Uno dei pochissimi esempi di mura difensive sopravvissute fino ai giorni nostri. Oltre alla presenza di queste importanti mura, vi consiglio di visitare i numerosi forti della città, come ad esempio Forte San Racco.

Proseguite poi per la Chiesa di San Lorenzo, la Cattedrale della città. Sebbene i colori e lo stile della facciata suggeriscano diversamente, questo edificio venne edificato nel diciannovesimo secolo, momento di ripresa del gusto romantico nell'architettura. Il marmo rossastro e la matrice gotica dell’edificio vennero replicati proprio alla perfezione. Potete concludere il vostro tour di Grosseto con una visita al Museo Archeologico della Maremma, di cui potete trovare qui orari d’apertura e prezzi. Ma il vero punto forte di Grosseto è la cucina, ovviamente più che maremmana. Provate sicuramente il Buglione, un sugo di pomodoro dal sapore particolare che di solito accompagna la più prelibata cacciagione- Ma anche il cinghiale alla maremmana, i tortelli e la “schiaccia” cipolle e acciughe.

content_Goboony-_Toscana_in_Camper-_Siena.001.

Siena 

Proseguendo per la Via Aurelia, a circa 80 km (1h30) da Grosseto, potrete raggiungere Siena. Non temete per i chilometri, potete sempre ascoltare dell’ottima musica da viaggio, scelta con cura da Goboony!

Siena è famosa per il Palio che si tiene due volte all’anno, rispettivamente a Luglio e ad Agosto, ma oltre a questa attrattiva, Siena è una città tutta da scoprire. Vi consiglio di fare una passeggiata per Piazza del Campo, dove potrete ammirare il Palazzo Pubblico, costruito durante il Governo dei Nove come sede del podestà. Accanto, sorge invece la Torre del Mangia, una delle più alte torri di tutta la penisola. Si dice che il nome della torre derivi da uno dei primi campanari della città che, a causa della suoi sperperi, venne soprannominato il ‘Mangiatore’, abbreviato 'Mangia'. Tuttavia ben presto le campane divennero automatiche e il nome finì per identificare la statua che batteva le ore sulla campana più che l'originario campanaro. Infine, la Cattedrale di Siena è uno dei massimi esempi di architettura romano-gotica. L’architettura insieme con le decorazioni esterne vi lascerà estasiati. Qui trovate tutte le informazioni per visitare la Cattedrale di Siena.

Come Grosseto, Siena offre una ricca cucina, quasi tutta a base di carne. Provate i crostini di milza, conditi con capperi, vino e acciughe. Oppure la ribollita, una peculiare zuppa di fagioli, o ancora l’acquacotta. Ovviamente, accompagnate il tutto con un buon vino e vi assicuro che ne potrete scegliere tantissimi tra quelli prodotti nella provincia, dalle parecchie varietà di Chianti al Moscadello di Montalcino, fino al Val D’Arbia. L’ultima chicca sulla città di Siena è che la famosa zuppa inglese sarebbe stata inventata proprio qui, durante un banchetto in onore di Cosimo III de Medici.

content_Goboony-_Firenze.001.j

Firenze 

Siamo esattamente a metà della nostra Toscana in Camper e la tappa intermedia non poteva che essere Firenze. Vi ho già fornito l’itinerario perfetto per Firenze in camper. Tuttavia, ecco qualche informazione in più su come raggiungere Firenze da Grosseto. Imboccando SS624, raggiungerete il raccordo per Firenze. Il percorso è di circa 1h 10 e prevede il pagamento di un pedaggio. Questo è un tratto autostradale particolarmente affollato, soprattutto all'ingresso della città di Firenze, quindi controllate il traffico in anticipo ed evitate le ore di punta. In più, ricordate che il centro storico di Firenze è una zona a traffico limitato. Potete leggere qui tutte le informazioni utili per viaggiare in Italia e per visitare Firenze in Camper.

content_Goboony-_Toscana_in_Camper-_Lucca_Main_Cathedral_.001

Lucca

Lucca dista circa un’ora da Firenze. Il percorso autostradale prevede un pedaggio di circa 5,40 euro oppure potete passare per la Strada Statale ma allungherete di un po' il viaggio.

Lucca sorge sul fiume Serchio ed è davvero una città deliziosa. Iniziate il vostro tour dalla Chiesa di San Michele in Foro che, fiancheggiata da molteplici palazzi medievali, vi presenterà Lucca in una delle sue migliori vesti. Costruita sull’antico Foro Romano, questa chiesa si contraddistingue per il suo peculiare stile influenzato dal Romanico Pisano. Proseguite con la Cattedrale di San Martino, di cui potete trovare qui tutte le informazioni per visitarla. Sapevate che Puccini è nato a Lucca? Qui potete scoprire come visitare sia la casa natale sia il museo dedicato a Puccini. Infine, per completare il giro della città, vi consiglio Palazzo Pfanner che, con i suoi ricchi giardini, vi regalerà un pomeriggio diverso dal caos cittadino. Lultima attrazione che vi consiglio si trova in provincia di Lucca e dista circa 30 minuti dal centro città. E’ il Ponte della Maddalena, famoso per avere uno dei suoi archi di dimensioni diverse dagli altri due. Infatti, la leggenda vuole che sia stato il diavolo in persona a costruirlo!

content_Goboony-_Toscana_in_Camper-_Livorno_.001

Livorno

Livorno non rientra spesso negli itinerari turistici della Toscana. Eppure, è una città che ha tantissimo da offrire. In primis, girovagate per il porto che venne costruito sotto la Repubblica Pisana e che è da sempre stato un punto di snodo per il commercio marittimo. Da qui, recatevi a Terrazza Mascagni, il salotto della città. Questa terrazza, dedicata all’omonimo compositore, vi offrirà una vista esclusiva su Livorno. Un’altra area assolutamente da visitare è il quartiere di Venezia Nuova, così chiamato appunto per la somiglianza con il capoluogo veneto. Scoprite le differenze e le similarità, passeggiando per questa 'Piccola Venezia'. Infine, l’Acquario è un’altra attrattiva da non perdere, soprattutto se state viaggiando con bambini. Qui trovate qualche informazione in più su come visitare l’Acquario di Livorno.

Prima di lasciare Livorno e partire alla volta di Piombino, non possiamo non pensare allo stomaco. Il caciucco è uno dei piatti tipici di Livorno, una zuppa di pesce in stile toscano-ligure. Oppure la torta di ceci che va mangiata ‘abbollore’ come direbbero i toscani e con una bella spolverata di pepe.

content_Goboony-_Toscana_in_Camper-_Piombino.001.

Piombino

Per raggiungere Piombino, imboccate prima la SS1 e poi l’E80 in direzione Piombino. Nel 2010, Silvia Avallone riporta Piombino alla ribalta ambientando il suo romanzo presso i bagni di Piombino. Infatti, i bagni insieme con il Porto rendono Piombino una vera e propria meta estiva. Piombino si anima anche d’inverno però, infatti il Carnevale è uno dei più famosi di tutta la Toscana, dopo Viareggio ovviamente. Visto che siamo in tema, scoprite qui di più sulle mete per il Carnevale 2019! Da Piombino potrete facilmente raggiungere anche l’Isola d’Elba. Qui potrete calcolare e prenotare il traghetto per l’Isola d’Elba.


Questa Toscana in Camper vi ha fatto venire voglia di partire? Scegliete tra i tantissimi camper offerti da Goboony e partite alla scoperta della Toscana.