Viaggio in Islanda in camper: mete e consigli

22 dicembre 2020 in Destinazioni, Consigli per viaggiatori, Itinerari & Islanda

Eccoci tornati con un nuovo articolo, ma questa volta ancora più interessante. Esatto, oggi voglio portarvi con me alla scoperta della bellissima Islanda. Una terra che ci sembra molto lontana ma che è in realtà è una delle mete preferite dai camperisti, soprattutto perché durante il viaggio passiamo da tante altre nazioni che rendono questa esperienza ancora più multi-culturale. In questo articolo, oltre a illustrare un itinerario dell’Islanda in camper, vorrei darvi consigli sui migliori campeggi, come arrivarci e tantissimi altri tips! 

Insomma, continuate a leggere per scoprire le meraviglie dell’Islanda in Camper.  

Come arrivare in Islanda dall’Italia

Una delle cose più importanti da prendere sicuramente in considerazione prima di affrontare un viaggio in Islanda è il come arrivarci. Sicuramente è un percorso lungo che richiede impegno. Per questo se siete dei veri camperisti che vogliono avventurarsi, l’arrivo in Islanda farà proprio al caso vostro. 

Dall’Italia, infatti, dovrete arrivare al porto danese di Hirtshals dove potrete prendere la nave per poi arrivare in Islanda. Questo percorso dura all’incirca 2000km quindi dovrete avere a disposizione tempo, pazienza e voglia ma posso garantirvi che sarà un viaggio mozzafiato dove potrete vivere tantissimi paesaggi differenti. 

Dall’Italia passeremo per il Brennero per poi arrivare in Austria, Germania e da lì, in Danimarca fino in Islanda a Seyðisfjörður. Qui potete controllare tutte le informazioni sui traghetti: costi, orari e tratta. 

Tip: Date un’occhiata ai prezzi dei carburanti in Europa per capire quanto potrete spendere in linea di massima 

Ma adesso, una volta che siamo arrivati in Islanda, scopriamo che itinerario fare e cosa vedere! Siete pronti? 

Itinerario Hringvegur

Uno dei più famosi itinerari, che vale la pena fare se si visita l’Islanda per la prima volta, è quello della Hringvegur che non altro è che la strada 1 principale che collega tutta l’Islanda, lunga all’incirca 1.300km. Il percorso prevede sette tappe diverse a seconda anche da dove approdiamo una volta arrivati in Islanda. Le città da cui si passerà sono quindi: Reykjavík, Borgarnes, Blönduós , Akureyri, Egilsstaðir, Höfn e Selfoss. Noi non vediamo l’ora di scoprirle tutte insieme a voi!

La strada che percorrete sarà prevalentemente a due corsie, una in ciascuna direzione, con corsie supplementari in prossimità dei principali centri abitati. il traffico è moderato e dovreste essere in grado di percorrere la strada abbastanza velocemente. Ovviamente assicuratevi che il vostro camper (a seconda della sua grandezza) sia adatto ai tipi di strada che state percorrendo, così da non dover incorrere in nessun inconveniente.

Per comodità di viaggio, e data la vicinanza al porto dove arriveremo dalla Danimarca, partiamo dalla città di Egilsstaði

Islanda in camper itinerario goboony

  1. Islanda Orientale

Conosciuta anche come Austurland, la punta orientale dell'Islanda è piena di tesori nascosti. Questi includono la riserva naturale di Holmanes , con la sua bellissima flora e fauna, formazioni rocciose e mandrie di renne. Se ami la vita all’aria aperta e lunghe passeggiate in montagna, allora sgranchisci le gambe durante il trekking del Cerchio delle Cascate (Waterfall Circle) lungo all’incirca 8 chilometri. Durante l'escursione, potrai ammirare cinque cascate e un canyon, famosissime in Islanda, e alcune di queste cascate sono tra le più grandi dell'Islanda orientale. Le più famose, invece, sono le cascate di Kirkjufoss e Faxi.

Questa bellissima escursione sta diventando sempre più popolare tra gli escursionisti. Infatti, una delle pratiche che si è rivelata la più comune dopo l'escursione è fare un bagno nelle bellissime sorgenti calde di Laugarfell. Il vicino canyon Hafrahvammagljúfur è uno dei canyon più impressionanti del paese. È profondo oltre 200 metri e si estende per 8 km verso la valle di Jökuldalur. Dai un'occhiata anche a Hengifoss, la seconda cascata più alta dell'Islanda e particolarmente impressionante, dove strati di lava terziari brillano di rosso, e il Litlanesfoss presenta enormi colonne di basalto su entrambi i lati della gola.

La città più grande che fa parte dell’Islanda Orientale è Eglisstaoir, come vi avevo precedentemente accennato. Non è un paese ricco di attrazioni da vedere ma è sicuramente caratteristico per la sua natura e per la sua posizione strategica, che vi permette di visitare comodamente tutta l’Islanda in camper

Se cercato un campeggio dove alloggiare, vi invito a dare un’occhiata al campeggio Egilsstaðir . Il campeggio è aperto tutto l'anno con servizi aperte 24 ore su 24. Il campeggio è ben posizionato nel centro del paese vicino a tutti i principali negozi e servizi e potrete trovare numerosi servizi utili per il vostro camper tra cui: elettricità, servizi igienici, docce, lavastoviglie, lavatrici e asciugatrici, un parco giochi per i bambini e il wi-fi.

Indirizzo: Kaupvangur 17

GPS: N65 ° 15 '27,788 "W14 ° 24' 29,714"

  1. Islanda sud orientale

Da Egilsstaoir, spostiamoci verso il sud dell’Islanda, e arriviamo nella città di Hofn, famosa per i suoi scampi e festival dell'aragosta d'estate. Arrivati qui, vi consiglio di esplorare il Parco Nazionale del Vatnajökull. Questo, è infatti considerato il ghiacciaio più grande dell'Islanda e dell'intera Europa, che copre ben l'8% del paese. Ha una profondità di circa 400 metri e una lunghezza di circa 8100 chilometri quadrati. Fai una breve escursione a Svartifoss, la “cascata nera'' islandese, chiamata così grazie al suo spettacolare arco di colonne basaltiche dal quale si getta. La cascata è raggiungibile tramite una bellissima passeggiata di 30 minuti immersi nei boschi. Continuiamo a esplorare la zona, visitando la laguna glaciale di Jökulsárlón famosa per la visita delle foche che giocano sul ghiaccio, per poi proseguire lungo la Spiaggia di Diamanti, una fra le attrazioni più suggestive di tutta l’Islanda. Il nome della spiaggia, deriva dal fatto che potrete trovare numerosi pezzi di ghiaccio sulla sabbia tanto da farli sembrare dei veri e propri diamanti. 

Per il vostro soggiorno, potete dare un’occhiata allo Skaftafell Camping. Situato ai piedi del Vatnajökull, è uno dei campeggi più belli d'Islanda. Tieni presente che devi registrarti in anticipo - almeno due mesi. C'è spazio per 400 tende quindi nessuna piazzola designata a parte quelle riservate a camper e roulotte che necessitano di elettricità. C'è un blocco doccia, lavatrice, asciugatrice, lavelli da cucina e il sito è coperto da Internet 3G e wireless. 

Mettendoci in marcia per la capitale dell’Islanda, possiamo ammirare le montagna Landmannalaugar. Queste montagne di riolite straordinariamente colorate si trovano negli altopiani, leggermente nell'entroterra della punta meridionale dell'isola. Dedica un po' di tempo per esplorare questa zona a piedi facendo escursioni, se puoi, e fai un tuffo nelle piscine geotermiche ai piedi della montagna. In estate, le rocce sono più vibranti, ma in inverno è possibile avvistare l'aurora boreale in qualsiasi momento. Troverete un grande rifugio di montagna a due piani, di proprietà dell'Associazione turistica islandese. C'è una spaziosa cabina per dormire all'interno o un grande campeggio che circonda l'esterno. Il terreno è piuttosto sassoso quindi è meglio per i camper che per le tende. Il campeggio offre anche un angolo cottura coperto e una zona pranzo, con ottimi servizi igienici disponibili in un altro edificio riscaldato. C'è anche una piscina calda balneabile situata a pochi passi dalle docce. 

islanda in camper

Photo by Norris Niman on Unsplash

  1. Reykjavik, la capitale Islandese

Di certo, non possiamo arrivare in Islanda senza visitare il suo bellissimo capoluogo Reykjavik. Il centro città è moderno, creativo e con un'atmosfera unica. Delle 320.000 persone dell'Islanda, 216.950 vivono nella regione della capitale. Quindi, potresti non aver ancora incontrato troppe persone del posto durante i tuoi viaggi, e uscire in città è un ottimo modo per farlo. Dai anche un'occhiata alla statua del Sun Voyager, la chiesa Hallgrimskirkja (che sembra molto simile alle magnifiche colonne di basalto di diverse cascate che potresti aver già visto) e paga circa 8€ per salire sulla torre e vedere la vista più magnifica che si estende fino alle montagne e il mare oltre la città. Inoltre, per gli amanti degli animali, è possibile osservare le balene da vicino con un'escursione di whale-watching in partenza dal porto di Reykjavík, potrete anche avvistare piccole balenottere, focene e delfini. La capitale, a differenza di altre città Islandesi, è molto più attiva e ricca anche di negozietti per dar libero sfogo al meritato shopping. Alcune delle vie più famose sono Laugavegur, Austurstraeti, Lækjargata e Skolavordustigur.

Lasciando la capitale alle spalle, possiamo proseguire per circa 2 ore da Reykjavik e svoltare a Snaefellsyegur (Route 54), che ti porta sulla penisola. Sede di Kirkjufell, uno dei monumenti più iconici dell'Islanda, questo parco nazionale (relativamente) piccolo è un'area leggendaria di bellezza e magia. Scopri le scogliere di Gerduberg, a solo 1 km dalla strada 54 e la splendida chiesa nera di Budir che si staglia di fronte alle ampie montagne vulcaniche mentre guidi verso Hellnar. Ci sono due spiagge di sabbia nera - Djúpalónssandur e Dritvík - che sono due dei pochi posti in cui puoi scendere fino al mare lungo questa costa. I detriti di due vecchi relitti di decenni fa si diffondono ancora lungo la spiaggia, così come enormi pietre che gli uomini locali una volta dovevano sollevare per mettere alla prova la loro forza durante l'era della pesca. E, naturalmente, Kirkjufell (Church mountain), da vedere solo per i più coraggiosi (e allenati!).

Soggiorna al campeggio Stykkisholmur . Proprio accanto al campo da golf Vikurvollur, è a soli 5 minuti a piedi dai servizi generali come negozi e ristoranti (e una piscina!).Troverete rete wi-fi, dispone di servizi igienici in due posizioni, lavabi con acqua calda, rubinetti d'acqua dolce e due docce esterne con acqua calda. C'è un impianto di rifiuti chimici per camper, lavatrici e asciugatrici ed elettricità disponibile per i camper.  

  1. Il Golden Circle

Fai un tour autonomo del Circolo d'Oro, a soli 45 minuti da Reykjavik. Le fermate di questo anello di 190 miglia includono il cratere Kerid, la famosa area di Geysir (un campo geotermico di sorgenti termali, geyser che esplodono e pozze di fango ribollente), le cascate Gullfoss e Bruarfoss e il parco nazionale di Thingvellir, dove due tettoniche continentali le placche si incontrano lungo la spaccatura del Grande Atlantico e si forma il più antico parlamento esistente al mondo. 

Soggiorna al Reykjavik Eco Campsite . Questo è probabilmente uno dei migliori campeggi islandesi con un'etica rispettosa del clima e rappresenta la base perfetta per esplorare il Circolo d'Oro. È un 5 *, può ospitare fino a 600 viaggiatori ed è aperto tutto l'anno se vuoi affrontare le strade invernali. Dispone di acqua calda, piscina, barbecue, accesso internet, lavanderia e negozio, così potrai godere di servizi a portata di mano, una novità dopo gli ultimi giorni! Non è necessario prenotare in anticipo, basta presentarsi e trovare un posto per il tuo veicolo. 

  1. Borgarnes & Blonduos

Lasciando la capitale, iniziamo a dirigerci verso nord e raggiungiamo il grazioso villaggio di Borgarnes. Borgarnes è situato all'entrata della penisola di Snaefellsnes, caratterizzato da alcune attrazioni e una meravigliosa vista sui fiordi. Non avrai bisogno di tanti giorni per visitare questa deliziosa cittadina, ma prenditi qualche ora per andare a visitare la bellissima chiesa di Borgarnes. Altra attrazione da non perdere è il Settlement Centre: il museo rievoca la storia degli islandesi e le bellissime saghe dei primissimi abitanti del paese, ovvero i Vichinghi. Il museo inoltre è interattivo, il che vi permette di vivere a pieno la magicità di quei momenti. Infine, sempre per rivivere il passato dell’Islanda, potete visitare la casa di Skalla-Grimr, un importantissimo personaggio di queste saghe. 

Andando ancora più a Nord, possiamo visitare la città di Blonduos, caratterizzata da diversi musei e, soprattutto, un fiume ricco di salmoni che accoglie numerosissimi pescatori durante tutto l’anno. Anche qui, da non perdere è la sua tipica chiesa caratterizzata da una croce massiccia piantata nella terra. Tipici anche i musei sul ghiaccio e sul salmone, che raccontano un po’ di storia della città.

islanda in camper

Photo by Jeremy Bishop on Unsplash

  1. Islanda settentrionale

Lungo il tratto settentrionale della tangenziale, il Godafoss islandese è un'enorme cascata a forma di ferro di cavallo con acque cristalline. Ci sono parcheggi su entrambi i lati e trascorri facilmente un paio d'ore camminando e ammirando il panorama. Se hai un 4x4, guidare per 45 minuti lungo una pista di ghiaia ti porterà ad Aldeyjarfoss, e ne vale la pena. Questa cascata ultraterrena è incorniciata da colonne di basalto simmetriche in modo univoco e sembra eruttare dal nulla fuori dalla roccia. Potrebbe essere un giorno di cascate, ma non c'è davvero niente come loro in nessun'altra parte del mondo. Ultimo ma non meno importante è Selfoss, dall'altra parte del lago Myvatn. Passando per Reykjahlíð, varrebbe anche la pena fare un giro intorno alla Grotagia Cave (se la claustrofobia non ti dà fastidio!).

Soggiorna al campeggio Látrabjarg. Vicino alla città di Breiðavík, questo sito dispone di docce, cucina e lavanderia e un posto per ospitare un barbecue. Sei anche a meno di un'ora da Rauðasandur, una spiaggia di sabbia oro-rossastra. È un'altra fantastica attività diurna in questa zona oltre al birdwatching. 

7. La laguna blu

Ti consigliamo di esplorare prima la penisola di Reykjanes, prima di recarti alla famosa spa Blue Lagoon. Andare dopo le 18:00 significa battere la folla. Le attrazioni nelle vicinanze includono tour all'interno di un tunnel di lava , un ponte attraverso le placche continentali, le sorgenti calde di Gunnuhver e le navi arenate di Hopsness vicino al faro. 

A soli 5 km dalla Laguna Blu, soggiorna al campeggio Grindavik . Vantano le migliori strutture in tutti i campeggi islandesi, inclusa un'area interna riscaldata con una cucina ben attrezzata per pranzare al riparo in una giornata di pioggia e, soprattutto, l'intera area è ricca di energia geotermica, quindi non hai preoccuparti di rimanere senza acqua calda per la tua doccia. 

Goboony Islanda in Camper

Photo by Andrey Andreyev on Unsplash

Come sempre, io spero che questo piccolo ma intenso tour per scoprire l'Islanda in camper via sia piaciuto tanto quanto a me! Sei pronto quindi ad affrontare uno dei migliori viaggi in Europa? Viaggiare in Islanda per un viaggio on the road è una di quelle esperienze irripetibili. Non sarà forse il viaggio più economico che tu abbia mai fatto e richiederà un po' di preparazione per qualsiasi eventualità in questo paesaggio molto diverso da ciò che siamo abituati, ma guidare attraverso questo itinerario è il modo migliore per vivere veramente l'Islanda. Assicurati di portare la tua migliore fotocamera per catturare il viaggio! 

Dai un'occhiata ai nostri consigli per il tuo primo viaggio in camper. Abbiamo anche preparato per te una lista completa di bagagli per camper, in modo che tu possa concentrarti solo sul tuo piano di viaggio in Islanda. Non aspettare altro e cerca subito il camper più adatto per affrontare il tuo primo viaggio in Islanda in Camper!

 

Ricerca